Er popolo cojone

Trilussa per quanto mi riguarda, è legittimato a rappresentare il popolo. Non è un politico, ma come Pasolini conosce i suoi polli

Ninna nanna, tu nun senti
li sospiri e li lamenti
de la gente che se scanna
per un matto che commanna;

che se scanna e che s’ammazza
a vantaggio de la razza
o a vantaggio d’una fede
per un Dio che nun se vede,

ma che serve da riparo
ar Sovrano macellaro.
Ché quer covo dassassini
che c’insanguina la terra

sa benone che la guerra
è un gran giro de quatrini
che prepara le risorse
pe li ladri de le Borse.

Fa la ninna, cocco bello,
finché dura sto macello:
fa la ninna, ché domani
rivedremo li sovrani

che se scambieno la stima
boni amichi come prima.
So cuggini e fra parenti
nun se fanno comprimenti:

torneranno più cordiali
li rapporti personali.
E riuniti fra de loro
senza l’ombra d’un rimorso,

ce faranno un ber discorso
su la Pace e sul Lavoro
pe quer popolo cojone
risparmiato dar cannone!

Berlusconi Gheddafi

Prodi Gheddafi

 

la fine di Saddam quando non era più utile

One Response to Er popolo cojone

  1. Beppe Donia says:

    Eliminare i propri fantocci,per assumere a servizio altri e non nuovi, è la politica USA da sempre.La dottrina Roosvelt,viene applicara scrupolosamente.Obamiti nostrani e Zapateristi,così entusiasti delle novità rappresentate da queste figure.Noi siamo sempre avanti.Siamo passati da Togliatti a ricchiopolis,anzi – sono – rimane il fatto dello smembramento dell’Africa da parte Anglo Francese,nel XIX secolo, non abbia portato a nulla di nuovo o di buono.La FED continua a guadagnare.Da quelle parti si muore per una diarrea.Non hanno acqua.Ora però, bombardiamo la Libia con grande lena e sacro furore.La Norvegia si è sfilata dal sinedrio post ginevrino.E noi continuiamo a menarla.Saddam sarebbe ancora servito.Circa la crudeltà delle repressioni,è vero non aveva bombe intelligenti,quelle le abbiamo noi,chissà cosa ne pensa la popolazione.I Talebani torneranno più feroci di prima.E presto le ns 68ttarde, porteranno dei preziosi burqa.Provando l’ultimo e unico orgasmo con una bella infibulazione pubblica.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>