Censurati.it

Padroni di niente, servi di nessuno

Sussidi sociali

Per grossi problemi di salute sono stata ricoverata all’ospedale per pi? di un mese e mezzo, tengo a precisare che la patologia in questione mi ha privato del lavoro che avevo, in pi? ho un figlio di 14 anni e sono sola. Fintanto che ero a casa ho avuto diritto ad un sussidio di circa £700.000 (in sostanza il pagamento dell’affitto e due buoni spesa quindicinali di circa £150.000) e ringrazio per quest’aiuto che in altre regioni non viene erogato (abito in Trentino), perÚ al momento del ricovero Ë decaduto il privilegio, per cui per pi? di un mese e mezzo mi sono ritrovata senza sostegno alcuno, forse pensavano che mio figlio venisse a mangiare e dormire con me all’ospedale. Una volta dimessa il sussidio non arriva automaticamente ma devo ogni mese rifare la domanda, di conseguenza la spesa la faccio un mese si e uno no. Ho 40 ed ho sempre lavorato, ora mi trovo in questa situazione, le prospettive non sono rosee dato che la cura per questa patologia Ë sperimentale e non sia ha la certezza di guarigione, cosÏ mi ritrovo ad elemosinare dei soldi al comune che preferisce aumentere gli stipendi ai propri vari politici (dal giorno alla notte avvengono questi aumenti). Mi rendo conto che pi? si va avanti pi? le cose peggiorano a tutti i livelli, nel mio piccolo e nel grande (vedi G8) dove andremo a finire? E resteremo sempre zitti?
Qualcuno puÚ dirmi che devo fare?
Grazie

Commenti Facebook