Censurati.it

Padroni di niente, servi di nessuno

Sfigati e pirati

di Sefano Maero Fratelliditalia
Italiani all’estero quelli che non votano.

Notizie reali sugli afgani arrestati a Roma. Per essere “coscienti della manipolazione dell’informazione, vi aggiorno sulla situazione reale dei 5 “pericolosissimi” afgani arrestati a Roma nei giorni scorsi: sono 5 poveracci sfigati (uno di 15 anni e gli altri minorenni!) arrivati in Italia qualche giorno prima, la cartina che avevano in mano gliel’hanno data all’ufficio immigrazione del comune (!!! cazzo, ci pensate!!) e il percorso segnato sopra e’ quello usuale che riporta i luoghi dove possono trovare assistenza (aiuto, il Vaticano sulla mappa!!…andavano dalle sorelle di madre Teresa , giusto a fianco, per trovare abiti… ri-aiuto, Trastevere segnalata!!… li’ c’e’ il convento delle sorelle dove dovevano mangiare… oggi Repubblica online: si rifiutano di parlare!! … un quindicenne afgano scampato ad una delle peggiori situazioni al mondo di poverta’ e mancanza di diritti umani che non parla ovviamente una parola di italiano… non so se c’e’ da piangere o da ridere…)… erano passati anche ad un centro di accoglienza di Roma, dove erano stati assistiti… ieri pomeriggio e’ tornato il fratello del quindicenne arrestato (di 17 anni, anche lui appena entrato in Italia – sono arrivati in 7) che e’ arrivato piangendo e terrorizzato, non sapeva piu’ dove fosse il fratellino, tutto il pomeriggio a non riuscire a rendersi conto…ieri sera sono state fatte diverse telefonate alle redazioni dei giornali, ai telegiornali, ma il clima non e’ da rettifiche e mea culpa, e qualcuno ha ventilato che fosse un’operazione programmata dall’ufficio stampa dei carabinieri per far vedere che “siamo attenti e vigilanti“…. per la cronaca, la notizia e’ finita anche sulla CNN… dei fatti reali, invece, nessuno fa menzione… e quel pir.. di Vespa ci fa una trasmissione che sapendo la realta’ assomiglierebbe piu’ al Monty Python ‘strong s flying circus che a del giornalismo…

Ci abbiamo riso, perche’ e’ surreale cio’ che e’ stato scritto, da Repubblica, Corriere, mica solo da Libero o simili… leggevamo tutti insieme e non riuscivamo a trattenerci dal ridere per il ridicolo degli articoli… oggi, piu’ a freddo, c’e’ invece da aver paura…

Vi invito veramente a non fare alcun affidamento sui giornali e cercare di diffondere intorno a voi un clima diverso da quello di terrore in cui ci vogliono forzatamente collocare…

Un saluto, Stefano Maero Fratelliditalia – Italiani all’estero. (Quegli italiani sfigati‘a cui non si da’ spazio sull’informazione, sui media, dandolo a profusione ai poveri sfigati afgani perchè fanno notizia: falsa notizia).

Il seguito della notizia e’: la proposta di scarcerazione per questi “sfigati” e’ stata negata dal giudice. La notizia e’ presa dal tempo del 10 marzo 2002.

Ora, dietro a questa, c’e’ una storia di giustizia molto parallela:

Il giudice del Tribunale di Roma Gennaro Francione sara’ sottoposto a procedimento disciplinare da parte del Consiglio Superiore della Magistratura su richiesta del Ministro della Giustizia Claudio Castelli per aver assolto in una sentenza del 15 febbraio 2001 un gruppo di extracomunitari che vendevano per strada cd musicali contraffatti. Il Guardasigilli ha ritenuto il provvedimento “abnorme” e quindi ha trasmesso gli atti al Consiglio Superiore per le valutazioni conseguenziali. Il caso e’ stato anche oggetto di un’interrogazione parlamentare del Senatore di Alleanza Nazionale Ettore Bucciero.

L’avvocato Francesco Celentano, ha scritto: “Circa un anno fa lessi con stupore ed ammirazione la sentenza di un giudice del Tribunale di Roma che allora non conoscevo, che con grande abilita’ e ricchezza di argomentazioni, motivava la sua decisione di prosciogliere un gruppo di immigrati i quali in palese violazione della normativa vigente a tutela del diritto d’autore vendevano cd musicali “pirata“.

La sentenza, ovviamente, ha provocato negli ambienti giuridici reazioni discordanti di forti contestazioni e incondizionate approvazioni e per la verita’ ha anche fatto scuola, in quanto molti giudici ispirati dalle idee del Francione hanno rivisto i loro provvedimenti.

Fondamentalmente la sentenza si fonda su considerazioni di carattere giuridico e sociale.

Sotto il primo aspetto il giudice romano ha rivisto l’effettivo valore della consuetudine, specie quella interpretativa alla quale spesso il magistrato ricorre nelle sue valutazioni, considerando, quindi, desuete di fatto le norme antipirateria per la prassi generalizzata di molte persone di acquistare cd per strada o comunque scaricare contenuti illegali da Internet.

L’esigenza di tutelare un bene primario come la vita e’ stata giustamente vista dal magistrato come un valore di maggiore rilevanza sociale rispetto al pericolo connesso alla lesione del copyright.

La disperata situazione nella quale versano molti extracomunitari (quasi la totalita’, per la verita’), non adeguatamente tutelati dalle leggi vigenti nel nostro paese e costretti, quindi, ad ogni forma di espedienti pur di sopravvivere (l’asserita mancanza di prove sull’esistenza di ulteriori attivita’ di sostentamento da parte degli immigrati costituisce un accertamento doveroso del giudice anche se superfluo per la notorieta’ di tale drammatica realta’), puo’ tranquillamente inquadrarsi nello stato di necessita’.

Beh, dopo che sono stati scarcerati TUTTI quelli che hanno partecipato alla strage di Capaci per la morte del giudice Falcone, se penso che un giudice “sara’ sottoposto a procedimento disciplinare da parte del Consiglio Superiore della Magistratura su richiesta del Ministro della Giustizia Claudio Castelli per aver assolto in una sentenza del 15 febbraio 2001 un gruppo di extracomunitari che vendevano per strada cd musicali contraffatti“, mi viene il voltastomaco, e il mio invito “:Se non se puo’ fare a meno, i cd, comprateli sempre pirata.Come faccio anche io e come e’ giusto fare finche’ esisteranno due pesi e due misure.

Antonella Serafini

Commenti Facebook

61 thoughts on “Sfigati e pirati

  1. Scusami…….ma non hai capito un cazzo. Nietsche è provocatorio, è dissacrante, parla per metafore; dice a tutti la stessa cosa, ma mentre chi sa ascoltare trae giovamento da ciò, gli stolti capiscono solo la superficie di ciò che è stato pronunciato. Non farmi dire in che categoria sei. Jean

  2. Nello sviluppo di un progetto software, l’80% del tempo viene speso per un buon debugging. La cartina che ti guida in vacanza, probabilmente deve guidare anche ben altro…..sarebbe peccato (per es.) che uno skipper finisse in australia per un difetto del modello…..quando il gps è stato inventato e sviluppato, probabilmente molta gente ha speso più energie di quante gliene siano state ripagate….le recuperano con calma nel tempo. O almeno mi piace pensare così. Jean

  3. …..Gli mp3 non sono illegali. E’ illegale se li tieni per più di tot. ore (più o meno un paio di giorni…)…..per cosa pensi che esistano ancora siti come audiogalaxy? J

  4. La id vende talmente tanto che si puo’ permettere di fare questo genere di cose, merito dei loro engine sempre all’avanguardia ma anche di una sezione marketing/PR che conta ben piu’ di 17 persone (che come numero di persone e’ nella media), carmack come hobby colleziona Ferrari quindi direi che a capare ci riescono benissimo… il fatto e’ che e’ un caso isolato.

    Io sto’ cercando di entrare (non da solo ovvio) nel mercato dei videogiochi e ti posso assicurare che di lavoro dietro un gioco ce n’e’ piu’ di quanto si immagini e sono in pochissimi disposti a lavorare x anni solo per gloria e/o passione (io credevo di essere tra questi, poi mi sono ricreduto). Il problema che sia le porcate, gli add-on che i “capolavori” vengono venduti allo stesso prezzo e questo non sono affatto gli sviluppatori a deciderlo.

  5. Personalmente sono contrario al governo Berlusconi ma quando leggo questo tipo di commenti mi viene da vomitare… Se riceve cosi’ tanti consensi e’ anche colpa delle persone che si attaccano a qualsiasi cosa e fanno collegamenti assurdi pur di andare contro. Su molte delle cose che dici sono piu’ che d’accordo (falso in bilancio, rogatorie, evidente conflitto di interessi) ma non c’entrano nulla con il fatto dei CD masterizzati e con la discussione in genere.

  6. Se continuate ad affermare che le varie versioni di linux,StarOffice,ecc.. sono nettamente migliori dei prodotti Microsoft (nn lo metto in dubbio) xche’ affermate che e’ giusto copiare Windows e Office? Se sono prodotti cosi’ mediocri e avete gratis tutto quello che serve non lamentatevi se una licenza Windows costa tanto.. non usatelo tanto vi fa’ schifo

  7. Audiogalaxy RIP

    L’hanno fatto chiudere.. la RIAA.

    E io per ripicca ho deciso che non comprerò + alcun cd.

    o per lo meno alcun cd di major discografiche…anzi, vi dirò, quelli li duplico già a gratis, nella speranza di provocare loro una perdita economica (gratis=neanche il prezzo del media… in genere in cambio di altri cd)

    ultimamente infatti ho conosciuto solo gruppi interessanti grazie ad Ag… mi sembra triste che il modello attuale di distribuzione musicale, così fallimentare, non cerchi di promuovere tramite le nuove vie informatiche, ma tenda sempre più a voler arginare le perdite economiche di chi ingiustamente si arricchisce alle spalle degli artisti.

    e siccome prima ero costretto ad ordinare questi c@##o di cd di gruppi scoperti su internet per posta, pagandoli circa 11mila in + x la spedizione,e loro mi hanno proibito di scaricare per conoscere band nuove… bene, io scarico comunque. tutto il cd, senza + comprare.

    tengo i soldi da parte.. magari, al posto di comprare il cd dell’artista xxx, gli spedisco una bella lettera di scusa del tipo “ti ho rubato la musica via internet, questi sono i soldi che avrei speso nell’acquisto del cd.”

    ___________________________________

    Un’altra cosa: andate a leggere su http://holemusic.com/speech/

    la signora Love spiega come vengono estorti tutti gli artisti, anche quelli non propriamente underground.

    inoltre altro link interessante:

    http://www.scottmccloud.com/comics/icst/index.html

    guardate il fumetto #5 e #6, a proposito di nuovi modelli economici di pagamento verso artisti.

    scusate se non sono propositivo, ma mi limito a suggerire soluzioni altrui, mi prometto che mi scervellerò, per quanto non sia di mia competenza. per adesso, mi limiterò ad aprire winmx e ad iniziare un nuovo download, ammesso che trovi la canza che cerco (decibel – indigestione disko (versione completa). ecco il download dovrebbe essere anche consentito nel caso di dischi sold-out da tempo, o nel caso di morte dell’artista anche da pochi anni)

  8. fottere la siae che tutela solo i grandi nomi. Liberiamo la musica! Se gli artisti si lamentano che non fanno soldi facciano copie autografate o confezioni speciali da vendere a più soldi(come nella pittura o nella fotografia, se voglio l’originale pago di più, le stampe fatte dall’artista un po’ meno e le copie me le scarico da internet aggratis!!!)e tutti son contenti.

  9. Alla fine del discorso sono un criminale…. copio cd a valanghe…. scarico fino a 30 cd in dieci giorni, scarico film in formato dvx, li copio e li regalo agli amici. Adoro la musica, i film, i libri. Compro solo quelli, perchè hanno un prezzo DAVVERO ACCESSIBILE. Dovrei privarmi della musica solo perchè non posso pagare 20 euro per un cd? Ma siete matti? Continuerò a comprare solo i ‘nice price’ e a scaricare e copiare tutto il resto fino a che la musica non sarà alla mia portata…. Volete vivere di copyright? Tanto peggio… l’arte e la cultura dovrebbero essere altro che un sostentamento economico…

    saluti e baci che domani vado a costituirmi

Comments are closed.