Censurati.it

Padroni di niente, servi di nessuno

Legittimo sospetto

Una vita per la giustizia

Le nuove leggi sul legittimo sospetto e sull’immunit‡
parlamentare si devono a due magistrati eletti nella Casa delle libert‡, due
"toghe azzurre" insomma, che alla nobile Causa hanno prestato la loro
sapienza giuridica, ma soprattutto la loro faccia e il loro nome: Melchiorre
Cirami dell’Udc e Francesco Nitto Palma di Forza Italia. Cirami, quand’era
ottimo pretore ad Agrigento, si segnalÚ soprattutto per una memorabile sentenza
di assoluzione di alcuni abusivisi edilizi: motivazione, si erano fatti la casa
abusiva, ma "senza accorgersene", involontariamente, per distrazione.

Palma, gi‡ eccellente pm alla procura di Roma, Ë anche
cognato di Filippo Dinacci, avvocato, uno dei difensori di Silvio Berlusconi al
processo SME, fianco a fianco con Gaetano Pecorella e NiccolÚ Ghedini,
rispettivamente presidente e componente della Commissione Giustizia della
Camera.

Gianfranco Pittelli, autore della corposa proposta di
riforma dei codici penale e di penale, Ë invece un avvocato calabrese ex
democristiano, che nella passata legislatura militava nel Ppi ed ora Ë
approdato nel Polo: sempre in maggioranza, dunque, mai all’opposizione.

Fa parrte del collegio difensivo del collega Angelo Sanza,
imputato di corruzione con richiesta di arresto davanti alla procura di Potenza
per lo scandalo delle mazzette Inail. Il suo disegno di legge Ë stato subito
elogiato, oltre che da pecorella e Ghedini, anche da Michele Saponara, avvocato
difensore di Cesare Previti, nonchË deputato e membro della commissione Affari
Costituzionali (presieduta dal forzista Donato Bruno, avvocato, gi‡
collaboratore di Previti) che dovr‡ verosimilmente occuparsi della
costituzionalit‡ del "legittimo sospetto" dopo che l’avranno fatto i
colleghi Pecorella e Ghedini.

Tutto questo Ë scritto a pagina 19 e 20 del supplemento
numero 3/2002 dei quaderni di Micromega, il numero ormai non pi? in edicola, ma
visto l’argomento, Ë utile avere qualche dato in mano per sapere chi fa le
leggi e a favore di chi.

"Non capisco la ragione di tanta urgenza in Parlamento
per l’approvazione del legittimo sospetto
"

Silvio Berlusconi, ANSA, 31 luglio

"La legge per il legittimo sospetto Ë una priorit‡
per la Camera
"

Silvio Berlusconi, ANSA, 30 agosto

"Ho sempre sostenuto l’inutilit‡ della legge Cirami
per quanto riguarda la posizione difensiva di Berlusconi
"

Avvocato Ghedini, La Repubblica, 17 agosto

"Berlusconi mi ha chiamato e ha detto grazie per
l’ottimo lavoro
"
Melchiorre Cirami, Il Venerdi, 23 agosto

"Propongo di dare l’immunit‡ parlamentare al presidente del Consiglio in cambio del ritiro della legge Cirami

Pierluigi Castagnetti, segretario del Ppi, Il Tempo, 7
agosto

Per queste ed altre chicche (o oscenit‡, dipende dal punto
di vista) ringrazio
Marco Travaglio.

Non Ë politica, questa, sono fatti.

Carta canta

Commenti Facebook

94 thoughts on “Legittimo sospetto

  1. 1) Vedo che ti ostini ad etichettare come “islamici” (ma direi che li bolli come tali, neanche l’islam fosse l’anticristo …) un gruppo di immigrati senza-tetto …

    Mi informo volentieri: dove? E nel frattempo: quale sarebbe “la stessa associazione che riunisce gli islamici”? Grazie.

    2) Questa “mancanza di rispetto” dei nostri immigrati io non la vedo proprio. Non mi sembra che nessun islamico in Italia si sia mai sognato di voler appendere alcunchè in alcun luogo …
    La mancata integrazione è dovuta alla chiusura “nostra”, non “loro”: attualmente li consideriamo (per legge Bossi-Fini) delle semplici risorse umane usa e getta. Per legge. Poi, osservando i tuoi enormi pregiudizi (alimentati dalla demagogia populista di Berlusconi & Co.) nei loro confronti, non mi stupisco proprio che abbiano difficoltà ad integrarsi. Inoltre integrazione vuol dire sintesi: ovvero polenta E couscous, non aut-aut.

    3) Ci vuole cinismo per sottoscrivere la lettera di Palmiro Togliatti a Vincenzo Bianco (alla quale suppongo tu ti riferisca), ma le critiche a quell’atteggiamento possono venire (tuttalpiù) da parte liberale, cattolica, e comunque democratica, non dai revisionisti di AN.

    In appendice, vorrei chiederti cosa accade in Russia OGGI, se ne sai qualcosa …

  2. Il saggio sa poco

    L’intelligente non sa niente

    L’ignorante sa poco

    El mona sa tutto !!

    Hasta la Victoria Siempre.

    G&M

  3. mi spiegate perchè parlate di morti in cina e di colpe del comunismo ogni volta che qualcuno vi spiattella in faccia gli obrobri di questo schifo di politica messa in atto dal ladro berlusconi? E comunque nessuno sta negando gli sbagli del passato comunista, non per questo però bisogna tapparsi gli occhi davanti ad altri sbagli, ancora più gravi che stanno colpendo questo governo. Se uno sbaglia, ripariamo gli errori, non facciamocene scudo per farne di più grandi. O sbaglio? Tony

  4. perche quello vicino alla mia abitazione è dichiarato pericolante e la gente pericolosa.

  5. Una volta c’era la scuola di Partito dove veniva insegnata la “propria” verità, dove le analisi politiche errate erano sempre degli avversari, dove si era sempre nel giusto, dove si imparava a denigrare l’avversario e dove lo scontro politico doveva degenerare in rissa se l’avversario (cioè il “nemico”) portava qualche tesi difficilmente controbattibile.

    Ma le scuole di Partito, pur in tutta la loro limitatezza e chiusura ideologica, forgiavano comunque persone in grado di ragionare e sebbene queste persone fossero “ancorate” alle proprie verità non di rado queste persone avevano una certa capacità di giudizio e di analisi.

    Oggi in tanti che qui, come altrove, scrivono e dibattono non hanno nemmeno alle spalle una cultura politica, ma si limitano a ripetere le proprie verità, senza il minimo accenno di una analisi, di una visione storica delle cose…

    Se diciamo giustamente che FASCISMO = Dittatura e quindi (NOI DEMOCRATICI) siamo antifascisti dovremmo essere conseguenti…

    Anche COMUNISMO = Dittatura, per cui (NOI DEMOCRATICI) dovremmo essere altrettanto anticomunisti così come siamo antifascisti…

    Ed invece cosa avviene?

    Il Fascismo (il nazismo e compagnia bella con varianti cilene, spagnole e portoghesi e argentine) viene rigettato, anzi viene giustamente combattuto.

    Ma appena si parla di Comunismo (e di tutte le sue sotto varianti dai marxisti/leninisti all’agregazionismo No Global dei vari Casarini e Agnoletto) ecco che partono i distinguo, le differenziazioni… Ma il Comunismo TEORICO è un cosa (sottinteso: bellissima) mentre il Comunismo PRATICO è uno schifo…

    Ma se per quasi 100 anni dalla TEORIA Comunista (tra l’altro ancora tutta da dimostrare!!!) abbiamo avuto una PRATICA Comunista dittatoriale non è che forse un legittimo dubbio si debba accendere anche nelle menti più ottenebrtate dalla dottrina marxista???

    1- Nessun Regime Comunista è mai giunto al POTERE attraverso LIBERE ELEZIONI

    2- Nessuna Dittatura Comunista ha mai permesso, una volta salita al potere, LIBERE ELEZIONI

    3- Come nei regimi Fascisti anche in quelli Comunisti vi è stata una generale limitazione delle LIBERTA’ individuali, delle LIBERTA’ di aggregazione, delle LIBERTA’ di culto, associazione, esposizione del proprio pensiero…

    Ma se il DITTATORE irakeno Saddam è appunto un DITTATORE: perché nei Regimi Comunisti, in cui la macchina politico/militare repressiva è la stessa, i Comunisti OCCIDENTALI non parlano ne hanno mai parlato di Dittatura???

    Il Nazista Hitler ha mutuato i Lager dagli Stalag Comunisti…

    Perché non si ha il coraggio di ammettere che i Fascisti sono uguali ai Comunisti perché l’ideologia non può che portare ad una DITTATURA???

    Dove è che, per decenni Amnesty International ha rivolto le sue ATTENZIONI???

    Non mi sembra che, nei rapporti annuali, l’OCCIDENTE occupasse più di poche pagine, mentre i Regimi Comunisti e le Dittature Africane e Asiatiche fossero i SOGGETTI principali delle violazioni dei DIRITTI UMAMNI!!!!

    Ma che anche Amnesty allora era al servizio della CIA???

  6. Non è un non voler parlare della Cirami, è che, come quasi tutte le discussioni su questo sito, si va sempre a finire altrove. Ciò non togli che la tua battuta è sintomo di disagio di fronte a quanto detto nei post precedenti riguado al comunismo.

  7. Ma dov’eri quando al governo c’era il labro Prodi? Cirio, Ferrovie Stato, IRI, tutti posti dove il catto-comunista Prodi ha intrallazzato e magnato insieme ai partiti della sinistra (coop rosse). Abbiamo anche avuto al governo D’Alema, Bertinotti, Cossutta, direttamente o indirettamente coinvolti nei finanziamenti illeciti provenienti dall’ex URSS (dossier Mitrokin). E voi di sinistra dov’eravate? A fare i soliti pecoroni?!?!?

  8. insisto: ma la Cirami fa così paura come argomento? Un’opinione su questa legge data dagli anticomunisti mi interessa.

  9. non interessa a nessuno la cirami…e poi se io fossi al governo farei esattamente quello che fanno tutti i governanti ….lavorerei per affarei miei e il popolo si arrangi !!!!!!

  10. la Cirami in un certo senso è giusta. Chi può essere sicuro in un processo, specialmente se vi sono implicati personaggi politici, dell’imparzialità di un giudice? Eppoi come mai il partito socialista è stato praticamente smantellato mentre ex DC e PCI gongolano ancora tranquillamente sulla propria poltrona? Tutti onesti o lo sguardo era rivolto altrove? La gente non è così stupida. Lo stesso Di Pietro, icona della giustizia contro falsi e ladroni alla fine non ha resistito al richiamo della politica. Vedi gli stessi sindacalisti…

    e allora, è pure possibile che qualche giudice non faccia fino in fondo il proprio dovere.

    L’unico problema sta nei poveracci, a loro non cambierà proprio un bel niente.

    M&G

  11. la Cirami come argomento non fa paura, fa paura vedere i parlamentari “precettati” alle 2 di notte per votare su una legge che, alla fine dei conti, non cambierà certo l’italia, fa paura vedere Fini che si appiattisce sempre di più sulle posizioni del Sor Berlusca anche su questa cosa, mentre come si sa, i problemi reali son ben altri, fa paura vedere Schifani (ma che c’ha sempre da ridere ?) che ogni santo giorno ne parla al TG1 / TG2 / TG3 / TG4 / TG5.

  12. Vogliamo parlare della Cirami?

    Parliamo pure della Cirami… Ma parliamone con cognizione di causa.

    Evitiamo, come al solito in questi casi, le barricate ideologiche, le frasi fatte, i luoghi comuni…

    La Cirami è un salvacondotto per il Berlusca ed i suoi amici?

    Può essere, ma non dimentichiamo le leggine salva PCI/DC per cui la Magistratura ha condotto le indagini (sui finanziamenti pubblici ai Partiti) solo da un certo punto in avanti perché prima, Parlamento tutti d’accordo, c’è stata la solita legge amnistia.

    Chi oggi si finisce la voce sulle piazze a protestare contro la legge Cirami, dove era quando passavano le leggine che si cui sopra?

    Come?

    Oggi fa il moralista e ieri, visto che la legge aiutava la sua parte politica, chiudeva entrambi gli occhi??? Ma questa è IPOCRISIA!

    E chi in questo sito o sulle piazze oggi fa i girotondi, partecipa alle marce No-Global, indica il Berlusca come il Grande Satana, dove era ieri quando il parlamento tutto votava le infinite leggi e leggine aiuto per gli amici degli amici?

    I miliardi e miliardi a fondo perduto per cooperative che non hanno prodotto nulla?

    I miliardi a fondo perduto per inesistenti società in crisi?

    Ma per davvero davvero credete che l’oceano di miliardi sperperato nel Mezzogiorno sia finito solo in tasca agli amici della DC???

    Hanno mangiato tutti!!!

    E le assunzioni inutili alle Poste, alle Ferrovie, negli uffici statali e parastatali credete che solo i tesserati DC ne hanno usufruito?

    Le leggi per gli avversari si applicano e per gli amici si interpretano… In Italia è stato sempre così ed oggi facciamo finta di sorprenderci???

    Se il nostro Parlamento è composto da uomini pieni di nulla e vuoti di tutto: di chi è la colpa???

    Chi li ha leletti?

    Guardate che i coglioni, i nani, le ballerine, e tutti coloro che non capiscono un emerita mazza ma premono il pulsante a comando non siedono solo sui banchi dell’attuale maggioranza..

    Quando tutti i parlamentari si sono autovotati la legge per aumentarsi lo stipendio chi è che si è incazzato??? Nessuno: solo un deputato di Rifondazione (se non erro) non ha votato al legge…

    LI ABBIAMO ELETTI NOI!!!

    Se non alzano un cazzo è quello che ci meritiamo….

  13. ma non dire cazzate, paura a chi ? Eppoi se vogliamo risolvere tutti i problemi presenti in Italia non ci vuole ne Berlusca ne altri ma Dio.

    G&M

  14. Concordo su quasi tutti, aggiungendo il fatto di tenere d’cchio il comune di Napoli, decenni di stipendi super-gonfiati, con sindaci come Bassolino e Jervolino che non sono propriamente di AN o FI, detto questo dissetno sul fatto “LI ABBIAMO ELETTI NOI”…. d’altronde il convento passa quello, altri candidati non ci sono, e uno cerca di votre il meno-peggio, non per questo se ci sono delle nullità in parlamento mi devo sentire in colpa.

  15. di certo non è detto che i giudici siano tutti imparziali, ma applicare la legge a processo quasi ultimato (anzichè all’inizio) oppure applicarla in casi ormai agli sgoccioli perchè RETROATTIVA, può bloccare un percorso legislativo di anni e anni. Qui ci lamentiamo della giustizia lenta, ed esiste chi in maniera rassegnata giustifica o approva. Se per un giudice esiste il legittimo sospetto, si dice subito, si cambia tutto subito, non a processo quasi ultimato. Il legale di Brusca e lo stesso Previti, ricorreranno o no a questa legge se fosse applicabile? pensateci un pochetto… La legge è uguale per tutti?

  16. Ciao ragazzi/e e compagni/e,

    I media e i politici che rappresentano la sinistra continuano a martellare sul fatto che questa legge fermerà i processi in cui sono imputati Berlusconi, Previti e molte altre persone..

    Precisando che probabilmente salverà TANTE ALTRE persone (corrotti, mafiosi, ladri, ecc.ecc.), bisogna dire che secondo il disegno di legge deve essere dimostrato il legittimo sospetto, quindi non è detto che ci sia una sorta di amnistia generale. Non dobbiamo sfogare il nostro anti-berlusconismo per ogni cazzata che si sente in giro. Perché non è possibile che anche il giudice sia corrotto o stronzo?

    E poi voglio sottolineare un’altra volta il fatto che tutti danno opinioni su ogni cagata, ma sono pochi che documentano con fatti e senso di responsabilità perché se un ragazzo che si ritiene comunista o fascista mi spara sempre le solite cazzate (solite nel senso che tutti, bene o male, usano le stesse argomentazioni per difendere la propria ideologia) non farà altro che aumentare il mio disgusto nei confronti dei luoghi comuni, nei confronti dell’ignoranza della gente (purtroppo) e…nei confronti di alcuni miei simili.

    C’E’ QUALCUNO CHE SI SENTE IN GRADO DI PARLARCI DELLA LEGGE CIRAMI O DI FORNIRE UN BEL LINK SU QUESTO ARGOMENTO? Sarebbe più interessante che un commento il cui succo è immancabilmente: W berlusconi, oppure W il Che. Perché secondo me non c’è motivo per litigare sulle proprie ideologie..a meno che non si abbia niente di meglio da fare.

    Io vi segnalo http://www.clorofilla.com e la puntata di domani di Report su raitre intitolata “Organismi non governabili”.. vi assicuro che al confronto la legge Cirami diventa fuori moda!!!

    FABRIZIO

  17. Visti i toni e i contenuti di molti messaggi, di entrambi gli “schieramenti”, mi viene da pensare che Berlusconi e l’Ulivo ce li meritiamo proprio.

    Se qualcuno può segnalarmi un sito simile, ma meglio frequentato, mi fa cosa gradita.

    Cordiali saluti.

    Andrea

  18. AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR AHR … E SCOMMETTO CHE NON HAI ANCORA LETTO I DELIRI RADICALI DI VALERIO DEL MONACO …

  19. non mi hai fatto niente, faccia da serpente!

    non mi hai fatto male, faccia da maiale!

    [da leggersi con tono cantilenante]

  20. ecco il mio legittimo sospetto….

    Scopo delle riforme urgenti in materia di giustizia sarebbe quello di deflazionare i carichi processuali e ricondurre a ragionevolezza la durata dei nostri processi…non certo quello di porre mano ad un codice, quello di procedura penale, che già tante volte è stato rimaneggiato in nome di sacrosante esigenze garantistiche: eppure il nostro governo, dai reati fiscali in poi, sembra essere interessato solo alla materia penalistica. Uno dei principi cardine del nostro processo, un pilastro della nostra cultura giuridica è il principio sancito dall’art. 25 della Costituzione che al primo comma recita : “nessuno può essere distolto dal giudice naturale precostituito”: è lampante l’esigenza di tutela che sottende queste parole, non è possibile all’arbitrio pubblico modificare il giudice precostituito in forza di legge. Appare ovviamente scontato che questo potere ancora meno possa spettare all’arbitrio privato: comodo sarebbe scegliersi un giudice in beffa all’imparzialità del giudizio e ai principi del giusto processo! Sotterreremmo il nostro ius per istituzionalizzare la logica del privilegium. Fin qui si sono enucleati dei concetti fin troppo chiari e noti per lo meno in uno stato in cui le istanze di tutela di tutti i cittadini sono ormai un concetto acquisito…( nel dire questo il mio pensiero corre inevitabilmente, scusate la digressione, a quei Paesi nel mondo in cui si violano i diritti fondamentali dell’individuo e penso ad Amina e alla sua futura lapidazione!) E’ chiaro però che le esigenze dei singoli processi abbiano reso necessario anche ipotizzare eccezioni a questo principio: ma come tutte le eccezioni e le deroghe, queste devono essere circondate da cautele e precauzioni rendendone impossibile applicazioni analogiche ed estensive. Le eccezioni al principio costituzionale si trovano racchiuse negli artt. da 34 a 49 del codice procedura penale: la casistica è minuzioso e dettagliata, i casi sono quelli di incompatibilità, astensione ricusazione. Dovremmo essere fieri di una enunciazione così dettagliata e minuziosa che tra l’altro è il frutto di una modifica della legge processuale intervenuta nel 1988: prima le eccezioni al principio suddetto erano consentite in un numero meno controllabile di ipotesi: le maglie erano più larghe perché si adoperava un formula alquanto generica, quella appunto del “legittimo sospetto” e dei motivi di ordine pubblico che lasciavano spazio a pericolose interpretazioni estensive. Era proprio la genericità nella formulazione della norma che finiva con l’essere un pericolo per i nostri processi a rischio di trasferimento. Ecco perché si tentò di dare un contenuto più specifico alle formule in precedenza adoperate: il codice attualmente in vigore all’art. 45 ci parla di “gravi situazioni locali” atte a turbare lo svolgimento del processo e che non siano altrimenti eliminabili. L’esigenza di trasferire il processo sorge perché queste gravi situazioni possono costituire un rischio per l’incolumità pubblica e la sicurezza o possono inficiare la libertà di determinazione delle persone che partecipano al processo. Questa è una norma di grande valore garantistico, frutto di un’analisi attenta dei meccanismi del processo e delle esigenze da tutelare. E’ una norma necessaria e sufficiente perché nella sua formulazione dettagliata lascia poco spazio ad arbitrii e abusi. Se sono riuscita ad essere chiara nella mia esposizione, allora potrà apparire palese quanto pericolo ci possa essere nel reintrodurre una formula generica di “legittimo sospetto”, una formula vaga, esposta al vento di interpretazioni arbitrarie. E altrettanto chiaro potrà apparire come questo sia in realtà un passo indietro sulla strada delle garanzie e della civiltà giuridica: tutto converge, mi sembra inevitabile, verso una lettura di questo progetto come l’ulteriore tentativo di chi ha in mano la guida del nostro Stato di plasmarsi un ordinamento e un sistema di leggi coerente con le proprie personali esigenze…specie in quegli ambiti dove i suoi interessi sono più preganti. Sbaglio?!

  21. Infatti!

    E io ti voterei!

    Ma avresti solo il mio voto e rimarresti nella mediocrità (come hai sempre fatto nella tua vita) a sbraitare contro il berlusconi di turno.

    Con la differenza che lo faresti dalla galera, ingiustamente detenuto, ma per la gioia di chi, come te oggi, perde di vista l’obiettività (ed il senso della giustizia) pur di abbaiare la propria cieca ideologia.

  22. …e che vuol dire che non aspetti? Forse intendi dire che anche tu andrai a fare casino con le bandierine rosse? Come al G8 di Genova o a quello di Napoli? Lo faresti anche tu con i bastoni e le spranghe o ti limiteresti a spaccare le vetrine e a bruciare qualche auto che non potresti assolutamente permetterti?

  23. …e quali sarebbero questi sbagli così gravi? Da filoberlusconiano vorrei saperlo. Se costui ha commesso qualcosa che, come tu affermi, è più grave delle stragi in Cina (ricordi Tien A Men ?)o più orrendo del Gulag ( territorio Siberiano utilizzato come campo di prigionia per i dissidenti)ti prego di informarmi. Fammi anche sapere se quest’uomo ha costruito delle mura per dividere delle famiglie intere ( come a Berlino)e se, al momento di partire per un altro paese, ti fà rinchiudere in anguste carceri ( status attuale della condizione a Cuba). Ti chiedo di informarmi perchè essendo stato, per lavoro e non per turismo, diversi mesi in Russia e in Cina credo di saperne più di te riguardo il comunismo. E’ anche vero, ti comprendo per questo, che per mantenere salda questa insana forma di ideologia è necessario tenere le persone lontane dall’informazione (ricordi Orwell: 1984) e dargli in pasto inutili filosofie filomarxiste. La cosa migliore per tutti voi comunisti è studiare, leggere e studiare. Non dovrete cercare di raggiungere quel “60” politico che ha, di fatto, creato una sorta di zoticoni che adesso, ventanni dopo, dirigono importanti aziende verso le catastrofi economiche, ma dovrete soltanto cercare di imparare quello che una società come la nostra vi dà la possibilità di apprendere: uscendo dalla vostra ignoranza capirete che brutta strada stavate percorrendo (vedi: “Farheneit 451”) e in quale condizione cercavate di trascinare il resto del paese.

  24. Non ho mai creduto alla storia dei magistrati politicizzati … o meglio non ci ho + creduto da quando la carriera di un magistrato è tornata ad essere decisa dall’anzianità e non + per concorso.

    I cosiddetti concorsi potevano far sospettare ad alcuni che , grazie all’intervento politico, facessero carriera i giudici “politicizzati” … ma ora come ora faccio fatica a pensare che un giudice, che mette la propria onorabilità in pubblico, possa “perseguitare” qualcuno SOLTANTO per una simpatia politica. Le sentenze restano scritte (con dentro il nome del magistrato) e si possono riaprire se non si rispettano le regole del codice su come si svolgono

    i processi. Insomma ci dev’essere un BUON MOTIVO su cui rischiare. Non ci vedo nessuno giudice (anche il + stupido) che “tarocca” processi solo perchè ha il santino del Che in camera da letto.

    All’opposto penso che un giudice possa “scagionare” qualcuno perchè si è fatto “corrompere” assieme ai suoi colleghi (il PM e la giuria)…tutti sarebbero contenti … anche l’imputato. Chi si lamenterebbe? Questo rischio è proporzionale alla disponibilità di soldi dell’imputato e inversamente proporzionale alla disponibilità di soldi della giuria e del giudice. Però di questi rischi non se ne parla mai eppure dovrebbe essere il primo rischio preso in considerazione in una società dove i soldi contano “un pochino”.

    A questo punto se proprio si vuole pensare male è + facile pensare che un giudice possa “farsi pubblicità” (sempre per la propria carriera) com’è successo durante mani pulite dove bastava emettere un avviso di garanzia per vedere la propria faccia su tv e stampa.

    Per quanto riguarda BERLUSCONI vorrei domandare 2 cose:

    1- anche il giudice francese che lo ha condannato in fallimento era comunista?

    2- anche il giudice spagnolo che tanto lo ha cercato…è comunista?

    Al di là delle simpatie politiche che una persona può avere… penso che chi è ricercato in italia E all’estero non dovrebbe avere il diritto di candidarsi al parlamento italiano fintanto che le sue magagne giudiziarie in almeno 1 dei 2 ambiti (italia o estero) siano state risolte.

  25. IL TUO ARTICICOLO DOVREBBE ESSERE LETTO DURANTE TUTTI I TELEGIORNALI E SCRITTO SU OGNI QUOTIDIANO ,PER FAR CAPIRE QUALCOSA A QUEI “COGLIONI” APPARTENENTI AL CETO MEDIO CHE HANNO VOTATO PER FORZA ITALIA!NON HANNO CAPITO ANCORA CHE GENTE COME PREVITI E BERLUSCONI ,CON UN REDDITO ANNUO MULTIMILIARDARIO NON SE NE FREGA UN C…DI UN QUALUNQUE CITTADINO CHE ASPETTA PER ANNI (ANCHE IN GALERA) IL GIORNO DEL PROCESSO MAGARI PER UN SEMPLICE FURTO DI GALLINE!!!!

  26. HAI PIENAMENTE RAGIONE …MA FORZA ITALIA HA PROMESSO 1 MILIONE DI POSTI DI LAVORO,FINE ALL’IMMIGRAZIONE CLANDESTINA!IO ABITO A CROTONE ED ALLA STAZIONE FERROVIARIA L’ALTRA SERA DI ITALIANI VI ERAVAMO SOLAMENTE IO ED IL CAPOSTAZIONE!!!!!!!!

  27. IN QUEL POSTO, COME TU DICI, BERLUSCONI, PREVITI,E TUTTI GLI ALTRI “PADRONI E NEGRIERI” COME LUI C’E’ L’HANNO MESSO GIA DA TEMPO, E CON I DEFICENTI “BOCCAPERTA” CHE CI SONO IN GIRO CONTINUERANNO A FARLO PER PARECCHIO TEMPO ANCORA!!

  28. basta leggere la tua firma “grata e magna”, per capire che credi in un partito di mafiosi come forza italia! poverino…

  29. Vorrei poter gridare all’Italia intera di svegliarsi di accorgersi che si è fatta fregare e che si sta facendo fregare da un gran BASTARDO!!!!!!!!

    Che nei suoi numerosi processi si è sempre salvato per mancanza di prove e che ora vuole far approvare questa legge delle scatole per pararsi le chiappe nei suoi futuri processi !!!

  30. ma sei pazzo?

    ma quante volte hai scritto arh, arh,a rh,!!!!

    mi sembri jack nicholson nel film “shining”!

    dove scrive centinaia di volte sempre le stesse parole!

    scrivi qualcosa di piu simpatico dai!

  31. Le dichiarazioni di Silvio sono solo il frutto della campagna ANTI-BERLUSCONI indetta dalla sinistra.

    E comunque, nonostante tutto, Berlusconi sarà pure un dittatore mediatico come dite voi, ma nel frattempo ha fornito all’Italia un governo solido e stabile, cosa che la sinistra non ha mai saputo fornire!

    E SIAMO SEMPRE AL POTERE!

    AHAHAHAHAHHAHAHAH!

  32. Concordo pienamente con il l’esortazione dell’anonimo sopra. Studiare e cercare di capire è l’unico metodo per poter trarre delle conclusioni fondate. E una volta che siete ben informati sulla storia, allora potete trarne idee vostre; cosa che solitamente la gente di sinistra (scusate se generalizzo) non fa.

  33. Gli italiani sono spazzatura. tutto ciò che è italiano è merdoso, vile.
    Popolo di mafiosi rotti in culo!
    Gli italiani sono merde e si scelgono dei capi di merda, senza distinzione. Tra un anno sarò lontano da questo paese di merda!!!

Comments are closed.