Censurati.it

Padroni di niente, servi di nessuno

Libereremo gli iracheni

di Aldo Vincent il gelataio di Corfù

Questa è l’ultima uscita di Bush, e ringraziate il Cielo che non ha aggiunto: . e libereremo le donne dal burka e taglieremo le barbe ai maschi.” come in Afghanistan, perchè di quella guerra la’ nessuno piu’ ne parla

Eppure è una guerra che Bush non ha vinto, non ha perso e nemmeno pareggiato, visto che l’unico risultato rilevante conseguito, è che abbiamo cambiato pusher, e siamo terrorizzati da un ologramma con la figura di Bin Laden, che non si sa se è vivo, morto, ibernato o che altro.

La frase precedente era: “Noi vogliamo la pace.” pero’ l’ha pronunciata seguendo i consigli di Roosvelt: “Parla a voce bassa e pacatamente, maneggiando un grosso bastone..” lui ammucchia uomini e macchie in zona strategica.

Ha detto anche: “L’atomica della Corea del Nord è un problema politico e non militare” aprendo la mente a nuovi assiomi: Saddam FORSE ha la bomba ed è un problema militare. La Corea del Nord HA CERTAMENTE la bomba ed è un problema politico.

Ricorderete che prima ancora aveva detto: “Potremmo usare anche armi atomiche” riferito all’invasione dell’Iraq, violando il trattato di non proliferazione che stabiliva lo status quo, cioe’ chi non aveva l’atomica prometteva di non fabbricarne una. Per contro chi gia’ l’aveva, si impegnava a non usarla contro chi non l’avesse.

Io un consiglio per Bushettino ce l’avrei: si consigli con Berlusconi. Lui è un mago nel dire e contraddire senza andare con voli pindarici ad infognarsi in altre dichiarazioni compromettenti.

Perfezioni pero’ la pratica: invece di fare dichiarazioni e poi smentirle CATEGORICAMENTE il giorno dopo, facendo perdere un sacco di tempo alla gente, faccia la sua bella dichiarazione e poi la smentisca subito! Avra’ cosi’ tutto il tempo per rimuginarci sopra ed il giorno dopo potrebbe addirittura fare una dichiarazione che smentisca la smentita! Guadagnando un giorno di bullshit.

Chiudo con un proverbio afghano (nel senso che va pronunciato dopo essersi fatti una canna):

“Le aquile volano alto.
Anche i falchi volano alto
Ma non c’è stato mai nessun coniglio
Risucchiato dalla turbina di un jet”

Commenti Facebook

212 thoughts on “Libereremo gli iracheni

  1. Il messaggio a cui rispondo è vecchio, ma la discussione è sempre attuale.

    Torno a discutere della guerra, perché questo era l’argomento iniziale (invocare l’Islam e lo scontro di civilta è del tutto STRUMENTALE: in Iraq non c’era uno stato confessionale islamico).

    Essere contro le guerre che gli USA hanno deciso di intraprendere in Afghanistan e Iraq non significa essere pro-fondamentalismo islamico o pro-Saddam Hussein, anzi, ESATTAMENTE IL CONTRARIO.

    Sia il partito Ba’ath che hai citato, relativamente alla sua emanazione in Iraq (che non aveva più nulla a che vedere col partito Ba’ath in Siria), di cui Saddam Hussein faceva parte, sia i Mujahiddin in Afghanistan, sono stati portati al potere proprio grazie al massiccio intervento americano in loro favore (semplifico perché la sostanza è questa e sarebbe troppo lungo ripercorrere gli eventi), all’epoca della guerra fredda.

    I governi USA che si sono via via succeduti erano assolutamente consci di che genere fossero questi “alleati”, ma valutazioni di interesse geopolitico (opporsi all’URSS con ogni mezzo) portarono in secondo piano “spiacevoli” dettagli sulla natura di questi due movimenti: secolarista, pan-arabo, socialista sui generis l’uno e religioso islamico integralista l’altro, ma sostanzialmente liberticidi, sanguinari e socialmente regressivi entrambi.

    Se non si conosce questo dato di fatto, o si fa finta di ignorarlo, è assolutamente INEVITABILE scrivere le sciocchezze che scrivi (credendoci anche, in caso si tratti di ignoranza e non di malafede).

    L’impero sovietico è stato una mostruosità che ho disprezzato, esattamente per gli stessi motivi per cui disprezzo l’impero americano. Condannare dei popoli a vivere sotto dittature sanguinarie e poi massacrarli con una guerra di “liberazione” è veramente oltre ogni limite della decenza.

    Il fatto che molti di voi credano a questa MENZOGNA IGNOBILE è la dimostrazione che il lavaggio del cervello, la propaganda e tutte le tecniche di controllo sociale funzionano: viviamo in un eterno presente, senza alcun nesso né col passato né, tantomeno, col futuro.

  2. Condivido assolutamente ciò che scrivi.

    Ovviamente nessun ha commentato il tuo messaggio: se gli levi le tante belle ideologie con cui continuano a scannarsi, non sanno che dire. Mentre i fantocci che li rappresentano simulano aspre battaglie e intanto “quelli che contano veramente”, quelli che decidono veramente delle nostre esistenze, se ne restano nell’ombra indisturbati, a giocare con noi come fossimo pedine. Ma non vi rendete conto di quanto sia triste tutto questo?

    Riprendere in mano le nostre vite sarebbe veramente bello… poter volare alto anziché rimanere ingabbiati in questa libertà fasulla, dove si è liberi di condurre la vita che si preferisce… sempre ammesso che rimanga nei binari di ciò che qualcuno ha stabilito per noi essere ammissibile.

    Sarebbe bello se le persone si confrontassero senza la necessità di sentire un’appartenenza ideologica che serva da paracadute…… chissà, forse in un futuro remoto. Purtroppo al momento vedo solo un ritorno di fiamma di idealismi in sedicesimo, dal profilo minore… praticamente la caricatura di una caricatura. Disgustoso.

  3. La coerenza non sta dalla parte di chi ammirava l’URSS ieri e non sta neanche dalla parte di chi ammira gli USA oggi, come tu sembri fare: i mujahiddin afghani sono stati finanziati e addestrati dagli americani proprio durante la guerra resistenziale contro l’invasione sovietica. I talebani non sono che una fazione dei mujahiddin.

    Non si può affermare che i mujahiddin fossero una parte come un’altra della resistenza; era assolutamente chiaro quali fossero i pericoli nell’addestrare e foraggiare dei fanatici religiosi, ma si è voluto ignorarli perché faceva comodo (volevano dare ai sovietici “il loro Vietnam”: ci sono riusciti, ad un prezzo altissimo in termini di vite umane, “regalando” poi un regime confessionale barbaro a quel paese già tanto martoriato).

    La coerenza sta da un’altra parte: dalla parte di chi negli anni ’90 ha fatto una campagna di sensibilizzazione contro la costruzione ed esportazione di mine anti-uomo (l’Italia era fra i paesi che le costruiva ed esportava). Che io sappia grazie a questa campagna le mine anti-uomo sono illegali (o comunque si è smesso di produrle) in diversi paesi che prima le costruivano ed esportavano.

    La coerenza sta dalla parte di quei medici appartenenti ad organizzazioni non governative che in quel paese andavano a ricucire i poveracci che ancora saltavano su quelle maledette mine anti-uomo, a distanza di anni dalla fine del conflitto.

    Abbiate un po’ di pudore prima di parlare di coerenza.

  4. “…mentre io cerco di mantenere un certo equilibrio, facendomi schifo TUTTE le zozzerie del mondo, e non solo alcune, …”

    Tu saresti “equilibrato”? Funziona così: i sovietici battono i nazisti 100 (stima che circola negli ultimi anni) a 6 (milioni di morti)? E’ questa la mentalità con cui trattate le tragedie immani del ‘900? Come fosse una partita di nota gara “sportiva” volta a tenere occupate le residue capacità mentali delle “masse”, ovvero una partita di calcio?

    Che schifo: il fatto di essere un esponente della nota e molto seguita corrente di pensiero del “chi è contro / è comunista!” (parafrasando le parole di una canzone di Gaber) ti fanno perdere ogni senso della decenza.

  5. Per la cronaca: a Gino Strada è stato dato del suppoter dell’ex URSS (non volle osare troppo: sono sicuro che adesso gli darebbe del….. comunista, si, avete indovinato) in una trasmissione televisiva da quel galantuomo direttore responsabile (o con altro ruolo, non ricordo) della rivista “Analisi Difesa”, citata anche in questo thread.

  6. Ma guarda dove ha piazzato il commento…. comunque, era riferito al messaggio del tizio che si firma “Fascista Nordamericano”.

    Vorrebbe essere un commento sarcastico? Utilità?

    Forse sarebbe ora di lasciare in secondo piano comicità e satira e portare un po’ di sostanza al discorso ed essere credibili (inutile citare fatti controversi)… sempre che tu abbia un qualche interesse a voler comunicare (o almeno volerci provare).

    Altrimenti a furia di voler coglionare ci si ritrova coglionati… e in questo non ho preferenze, non voglio scegliere la parte da cui essere coglionato, vorrei proprio evitarlo.

  7. Chissà perché questo è un particolare che una certa destra che si definisce fascista non conosce o fa finta di non ricordare.

    Mi è capitato di informare una graziosa, ma ignorante, fanciulla autodefinitasi “fascista” che Mussolini militò nel PSI e scrisse per “L’Avanti”; costei cadde dalle nuvole.

    Comunque non c’è bisogno di dare del coglione con tanta facilità: basta esporre come stanno i fatti.

  8. … quando non si puo’ attaccare una persona per quello che fa perchè è OBIETTIVAMENTE un lavoro che pochi hanno avuto il coraggiodi fare, allora si va nel passato e quando si parla al passato spesso si inventa, come è stato fatto per rigoberta menchù.
    Gino Strada e’ e rimane uno dei rarissimi esempi da imitare. Lui di fatto E’ in trincea, a curare sia i ribelli che i bambini, che gli americani.
    Per lui hanno valore gli esseri umani. Per altri no. E dal momento che questi secondi altri perdono il confronto, si attacca Gino Strada.
    E’ vergognoso e mi fa pena chi appoggia queste disinformazioni.
    Questo bisogno di far vedere “io so cose che voi umani….” lasciamolo al cinema. E’ meglio
    antonella

  9. Ho scritto galantuomo in senso sarcastico ed evidentemente ho sbagliato, era meglio essere chiari.

    Volevo evidenziare come questo sport del se non la pensi come me sei uno sporco comunista a volte porti a questi risultati ridicoli! Gino Strada andava a ricucire, fra gli altri, proprio quei disgraziati che saltavano sulle mine messe dai sovietici in Afghanistan, anni dopo la fine della guerra. Ricordo distintamente quando diede un forte impulso alla campagna contro le mine anti-uomo.

    Aggiungo, citandoti:

    E’ vergognoso e mi fa pena chi appoggia queste disinformazioni.
    Questo bisogno di far vedere “io so cose che voi umani….” lasciamolo al cinema. E’ meglio

    In un primo momento ho pensato avessi letto solo questo mio commento ed effettivamente si presta ad essere frainteso se preso fuori contesto. Però… rileggendo questo passaggio ho l’impressione tu abbia letto anche altri miei commenti. Quindi ti chiedo: aldilà dell’equivoco che si può essere creato col mio messaggio sopra, che spero sia chiarito, dove avrei fatto della disinformazione?

  10. rispondo all’appello: io non ce l’ho con te, ma con chi si diverte a massacrare e a cercare di far cattiva luce su una persona come Strada. Se tu non sei tra quelle persone, allora non sentirti colpito. Tutti possono fraintendere, o essere fraintesi. L’importante è chiarirsi.
    In ogni caso, anche qualora tu avessi scritto qualcosa contro Strada, avrei lasciato il post. Ognuno ha il diritto di dire quello che pensa. Poi se ha coraggio si firma (e allora il post diventa un boomerang) e se non ha coraggio rimane anonimo.
    Fai caso: la maggior parte dei post sono anonimi 🙂 Un po’ come sparare dritti alla schiena.
    saluti
    antonella serafini

  11. nonostante smith si professi Capo dei musulmani italiani in realta e solo capo di un associazione (l’UMI) che ha come soci lui e il segretario… l’unica ragione per cui e conosciuto e perchè è andato in TV, mettendosi d’accordo con Vespa (ricordiamo che l’11 settembre era passato da poco), in pratica uno insultava, l’altro fingeva di volerlo moderare attizzabdolo e l’audience sale! in realta smith non è a capo di niente esattamente come se io facessi un associazione, la chiamassi unione cattolici italiani e poi dicessi di essere il papa… Forza Nuova, mi dispiace dirlo, c è cascata come un pollo, rendendo Smith vittima e cedendogli cosi altre ore su programmi TV di ogni genere… l’unic metodo per farlo tacere e spegnere la tv e pensare con la propria testa… ad esempio se veramente fossi un terrorista o un simpatizzante lo andrei a dire davanti a milioni di persone? Se veramente volessi il Papa morto andrei a dirlo su RaiUno?

Comments are closed.