Censurati.it

Padroni di niente, servi di nessuno

Sto perdendo la pazienza

Tutti e due mi lanciano strani sguardi e, in particolare, sono sicuro che il signor Johnson stia progettando di giocarmi qualche brutto scherzo, ma finora non sono riuscito a scoprire esattamente cosa. Sono andato a casa sua un paio di volte per cercare di capire cosa sta escogitando, ma ha tenuto tutto ben nascosto. Ciò dimostra quanto possa essere subdolo. Per quanto riguarda il signor Patel, non chiedetemi come l’ho saputo, ma so per certo, da fonti sicure, che in realtà è un pluriomicida.

Ho distribuito volantini per la via, dicendo che se non facciamo qualcosa il signor Patel ci farà fuori tutti, uno per uno. Qualche vicino mi chiede perché, se ho le prove, non vado alla polizia. Ma questo è semplicemente ridicolo. La polizia dirà che ha bisogno delle prove di un crimine per poter formulare delle accuse nei confronti dei miei vicini. Verranno fuori con lungaggini burocratiche a non finire, tireranno fuori cavilli su cosa ci sia di giusto o di sbagliato in un’azione preventiva, mentre il signor Patel starà uccidendo la gente in segreto.

Poiché sono l’unico in questa via a possedere un buon numero di armi da fuoco automatiche, penso che spetti a me mantenere la pace. Ma finora farlo si era rivelato un po’ difficile. Ora, però, George W. Bush ha chiarito che basta che io perda la pazienza e poi posso gettarmi nella mischia e fare quello che voglio! E diciamocelo, la politica attentamente escogitata da George W. Bush rispetto all’Iraq è l’unico modo per permettere la pace e la sicurezza internazionali. L’unico modo sicuro che abbiamo per impedire ai fondamentalisti islamici kamikaze di prendere di mira gli Usa o la Gran Bretagna è bombardare un po’ di paesi islamici che non ci hanno mai minacciato. Ecco perché voglio far esplodere il garage del signor Johnson e uccidere sua moglie e i suoi figli. Colpisci per primo! Questo gli insegnerà una lezione. Dopodiché ci lascerà in pace e la smetterà di guardarmi stortoin quel modo assolutamente inaccettabile.

Il signor Bush ha chiarito che tutto ciò che gli serve sapere prima di bombardare l’Iraq è che Saddam è un uomo davvero cattivo e che ha armi distruzione di massa, anche se nessuno riesce a trovarle. Sono certo di avere tante giustificazioni quante ne ha Bush per bombardare l’Iraq per uccidere la moglie ed i figli del signor Johnson. L’obiettivo di lungo termine di Bush è quello di rendere il mondo un posto più sicuro eliminando stati canaglia e terrorismo.

E’ un obiettivo a lungo termine davvero astuto, perché quando mai saprai di averlo raggiunto una volta per tutte? Come farà Bush a sapere quando ha spazzato via tutti i terroristi? Quando ogni singolo terrorista sarà morto? Però un terrorista è un terrorista solo dopo che ha compiuto un atto di terrore. Che dire dei potenziali terroristi? Sono loro quelli che bisogna eliminare davvero, perché la maggior parte dei terroristi noti, essendo kamikaze, si sono già eliminati da soli. Forse il signor Bush ha bisogno di spazzare via chiunque potrebbe in futuro diventare un terrorista? E’ possibile che non possa essere sicuro di avere raggiunto il suo obiettivo finché ogni musulmano fondamentalista non sarà stato ucciso? A quel punto, però, qualche musulmano moderato potrebbe finire con il convertirsi al fondamentalismo. Non sarà che l’unica cosa davvero sicura da fare per il signor Bush sia eliminare tutti i musulmani? E’ la stessa cosa nella via dove abito io. Il signor Johnson e il signor Patel sono solo la punta dell’iceberg. Nella strada vivono dozzine di altre persone che non mi piacciono e che, molto francamente, mi guardano in modo strano. Nessuno potrà essere davvero al sicuro finché non li avrò spazzati via tutti. Mia moglie dice che potrei spingermi troppo oltre, ma io le rispondo che sto solo applicando la stessa logica del presidente degli Stati Uniti. E questo le chiude il becco. Proprio come il signor Bush, anch’io ho perso la pazienza, e se questa è una ragione sufficiente per il presidente, allora lo è anche per me. Sto per dare a tutta la mia via due settimane di tempo, no, anzi, 10 giorni, per venire allo scoperto e consegnare tutti gli alieni e i dirottatori interplanetari, i fuorilegge galattici e i cervelli del terrorismo interstellare, e se non li consegnano con le buone e non mi dicono “grazie”, bombardo la via e spedisco tutti all’altro mondo.

E’ sensato quanto quello che sta proponendo George W. Bush e, al contrario di quello che intende fare lui, la mia politica distruggerà solo una strada.

P.S. Il contenuto di questa email l’ho messa nella sezione Satira, ma non so fino a che punto c’Ë da riderci su…..

Antonella Serafini

Commenti Facebook

75 thoughts on “Sto perdendo la pazienza

  1. Spero che la sua cagnetta non finisca sotto qualche bomba, è molto piu importante di tutti i bambini iracheni. No Bush , no war . i piccoli uomini resteranno sempre piccoli

  2. Spero che la sua cagnetta non finisca sotto qualche bomba, è molto piu importante di tutti i bambini iracheni. No Bush , no war . i piccoli uomini resteranno sempre piccoli

  3. Spero che la sua cagnetta non finisca sotto qualche bomba, è molto piu importante di tutti i bambini iracheni. No Bush , no war . i piccoli uomini resteranno sempre piccoli

  4. Iraq, Bush: critiche non mi scuotono, avanti fino in fondo

    Il presidente George W.Bush non è stato scosso nella sua determinazione a portare avanti il disarmo con la forza dell’Iraq e l’operazione “Liberta’ per l’Iraq” dalle critiche rivoltegli dalla maggior parte dei governi stranieri.

    Bravo Bis continua così fin che puoi, quando il Dio al quale ti rivolgi ogni tanto si accorgerà di quello che stai facendo e verrà a darti il premio che meriti

  5. Ora cominciano le BUFALE “Iraq, la defezione di Aziz? Una trappola degli Usa

    I bombardamenti Usa di stamani su Baghdad erano diretti contro il Comando delle forze armate irachene. Lo hanno detto all’Ansa fonti della base militare Usa di Al Udeid, in Qatar, che hanno chiesto di restare anonime, secondo le quali la notizia della fuga del vice premier iracheno Tareq Aziz è stata intenzionalmente diffusa dai servizi segreti americani affinche lo stesso Aziz fosse indotto a tenere una conferenza stampa per smentirla di persona.

    Aziz sarebbe stato quindi seguito via satellite dal luogo dove ha tenuto la conferenza stampa via satellite sino al centro di comando delle forze armate irachene, lo stesso che sarebbe stato colpito questa mattina.

    Non si ha sinora conferma se Aziz e quanti altri alti ufficiali si trovassero sul luogo e se qualcuno sia rimasto colpito.

  6. Da parte inglese che sta martellando di missili unitamente a Bush i cittadini iracheni (parlando dell’Iraq) ” Non vanno sottovalutati i rischi e le difficoltà che potremmo affrontare contro un regime che è la personificazione dell’assoluta crudeltà e di un totale disprezzo per la vita umana. Non Vi sembra che ci stiano prendendo per i fondelli con questa ipocrisia

  7. Non e` esatto! I Coglioni sono anatomicamente ben distribuiti tranne nei casi in cui sono assolutamente assenti.

    Claudio

  8. L’Iraq non deve essere la nostra sola preoccupazione, ha detto Tony Blair nel messaggio ai britannici nel giorno in cui è cominciata la guerra contro il regime di Saddam Hussein.”Il Presidente Bush ed io – ha aggiunto- ci siamo impegnati per la pace nel Medio oriente basata su uno stato sicuro per Israele e un realizzabile stato palestinese”Adesso!!!! sino ad oggi tutto andava per il meglio !!che ipocriti.

  9. Corso Sempione è già stato invaso, pian piano ti accorgerai dove stiamo andando, chi sarà il futuro padrone del mondo

  10. ciao G AND M, VUOI UN’ALTRO CONSIGLIO?

    Continua a rompere i coglioni a ncora di piu’, oppure incatenati a un palo!

    scherzi a parte…sono desolato!

    Ti posso dire (amaramente) soltanto una frase:oggi come 2000 anni fa, il piu’ forte ha sempre ragione!

    gaetano

  11. UN saluto a terry jones, prima di tutto!

    Dunque ,il problema è uno solo :il potere!

    Che tu, io , o un’altro coglione qualsiasi perda la pazienza poco importa!

    Anchi’io passeggiando per le vie della mia Citta’ mi capita spesso di perdere la pazienza per qualche cosa che non fila come dovrebbe andare.

    Sul lungomare ad esempio non posso andare a spasso senza improvvisare uno slalom che mi serve ad evitare decine di merde di cani del peso di 5 chili l’una!

    Prendo un’accetta e faccio a fette il padrone dell’animale ?No!Mantengo la pazienza!

    attraverso le strisce pedonali e un coglione se ne infischia e non rallenta neanche ?Lo seguo e gli prendo la macchina a randellate? Bello si ma io,o te , non lo possiamo fare!

    Verrebbero i carabinieri a prelevarci forse con un elicottero!

    Ma se lascio la macchina con una ruota fuori dalla linea di parcheggio e mi becco una multa , figurati la fine che farei se perdessi la pazienza nel senso che tu dici!

    Siamo gente comune, e dobbiamo filare piu’ dritto degli altri!

    Passa un delimquente con un auto a 200 all’ora? La polizia(salvo le dovute eccezioni) fa anche finta di non vederlo!

    Prova un po a non metterti le cinture o ad avere la gomma un po sgonfia e 100 euro di multa non te lileva nessuno!

    E tu vorresti sparare al tuo vicino?

    Devi avere pazienza!(purtroppo)

    Bush invece , presidente degli Stati Uniti , quindi non una persona comune, puo perdere la pazienz aquando cazzo gli pare e piace , e sono dolori!

    Gente come lui , proveniente da una famiglia di senatori , governatori , presidenti, si è potuto permettere di correre in auto in stato di ubriachezza (cosa per me gravissima ) e di essere stato rilasciato dalla polizia qualche ora dopo!

    Gli agenti , sicuramente , dopo aver visto dai documenti a quale famiglia appartenesse hanno pensato che fosse meglio chiudere un occhio( anzi due)e mantenere la PAZIENZA.

    perche?

    Sarebbe bastata una semplice telefonata da parte di un Senatore per far si che i due agenti si trovassero il giorno dopo a pulire i cessi della stazione di polizia!

    Prova a guidare tu in stato di ubriachezza e vedi se non ti sbattono in galer aper un paio di giorni e ti ridanno la patente fra sei mesi!

    La pazienza:c’eè chi la puo perdere e c’è chi la deve mantenere!

    è cosi’, è stato così e sara sempre cosi’!purtroppo …

    Ciao da gaetano

    ah! dimenticavo.

    Ti do un consiglio :riguardo alla gente che ti guarda strano come tu dici, al tuo vicino -presunto serial killer…..cerca di tirare dritto e farti i cazzi tuoi!

    che te ne fotte se ti gurdano “strano”?

  12. Piccolo uomo solo lui?

    E quei 300 disgraziati di senatori americani che gli anno dato via libera?

    Senza il loro consenso Bush non può nemmeno farsi una risata!

    E gli altri membri del congresso, dove li mettiamo?

    Il presidente viene preso come simbolo e rappresentante ma senza autorizzazione ….

    quindi i piccoli uomini sono tanti , non solo Bush…

    Semmai li chiamerei “PICCOLI MACELLAI”

    gaetano…

  13. Sono desolato,nonostante la brevita` elementare del dibattito “Testicolare” ti sei perso e perdendoti, manchi di chiarezza.

    Che il coglione sia tu?

    Un bacio

    Claudio

  14. I valori del mondo cristiano rischiano di essere calpestati dai nuovi “ospiti”

    La Chiesa di Roma contro l’Islam. Contro la sparizione del cattolicesimo e della tradizione religiosa e culturale cristiana, costrette a piegare la testa di fronte all’invasione di immigrati. Gente che raggiunge l’Italia come se si recasse in un albergo di lusso, dove può pretendere l’assoluta libertà e il diritto ad avere ogni servizio, visto l’”alto” prezzo pagato. Il rapporto Caritas di questi giorni, dall’autorità di una fonte “nobile” come la Chiesa, votata per istituzione alla solidarietà senza confini, ha creato sconcerto in certe menti. Ma non tanto per i dati: tutti sanno, almeno quelli che non ricevono ordini di non vedere, che l’immigrazione è aumentata del 60% in otto anni. Tutti sanno che l’equazione clandestini – criminalità si conferma formula sempre più valida. E tutti sanno, nonostante le “ministrate” della Livia Turco, che il volto degli immigrati è tutt’altro che “dolce e rassicurante”. La Caritas non ha detto nulla di nuovo: lo hanno fatto, invece, uomini di chiesa, alti prelati, che, mesi prima, vuoi per un momento di lucida “rivolta” ai diktat vaticani, vuoi per una lotta coraggiosissima pur di non tacere le proprie idee, hanno iniziato a instillare nelle coscienze della gente certi messaggi “contro”. E lo hanno fatto dai pulpiti delle Chiese, quelle stesse Chiese pronte ad accogliere (“Sanatoria per tutti i clandestini” diceva il Papa nell’ottobre del ’98) gli extracomunitari “bisognosi”.Alessandro Maggiolini, vescovo di Como, Padre Sorge, il gesuita di Civiltà Cattolica, per arrivare fino al Cardinale Ruini, presidente della Cei e a Carlo Maria Martini, cardinale arcivescovo di Milano. Tutti questi hanno espresso il loro no alle sanatorie pro – clandestini, il loro timore all’invasione islamica. Nessun vescovo se l’è sentita di raccogliere il messaggio del pontefice, che proponeva una sanatoria generalizzata in occasione del Giubileo. Anzi: Maggiolini aveva rilasciato dichiarazioni pesanti. “Io esprimo – affermava in una intervista a la Padania – quel disagio che sentono anche e soprattutto i piccoli preti di provincia, costretti a convivere con realtà fatte di immigrazione selvaggia, incontrollabile e legata alla criminalità. Ho solo detto il mio reale pensiero. Se continuano così, dovremo insegnare nelle scuole anche l’Islam, lo pretenderanno gli stessi immigrati…”. Cattolicesimo da difendere, dunque. Valori irrinunciabili, ma del tutto incompatibili con i “nuovi arrivati”: “Come si può – spiegava ancora Maggiolini nel discorso tenuto pochi mesi fa, in occasione della festa patronale di Como – arrivare a conciliare estremi tanto distanti, come il ruolo della donna, il senso della famiglia e la poligamia tra cultura islamica e cattolica”. Non tutti hanno voluto capire le parole del prelato: qualcuno ha cercato, in modo francamente poco comprensibile, di rivisitare il suo messaggio come una “apertura” agli immigrati. Oggi, uno dei “mondi” invade l’altro e, in nome della globalizzazione, dell’appiattimento culturale, si pretende di fondere le due culture in una sola. La Chiesa cattolica, o meglio, alcuni esponenti della Chiesa cattolica, lanciano l’allarme: si dovranno creare i servizi prima per i musulmani e poi per i cattolici? Non sono i dati in quanto tali, quindi, a costituire la chiave di volta di questo nuovo corso di idee. Ma le parole degli uomini, le affermazioni di identità e l’espressione del timore per la scomparsa della cultura e della religiosità proprie della nostra terra. Dalla Basilica di Sant’Ambrogio, il Cardinale Martini diceva “Attenti all’Islam”. “Ci sono popoli ed etnie – parole del Cardinale – che hanno una storia e una cultura molto diverse dalle nostre e di cui ci si può domandare se intendano allo stesso modo i diritti umani…”.

  15. Bush e Powell:

    Il presidente George W. Bush e Colin Powell stanno facendo quattro

    chiacchiere in un vecchio pub.

    Un giovane li vede, va dal barista e gli fa: “Oh, ma quelli non sono Bush e Powell?”

    “Eh si…” risponde il barista.

    Il giovane insiste: “Ma che ci fanno qua?”

    Bush lo sente e gli risponde: “Stiamo progettando la terza guerra

    mondiale! Vuoi dare un’occhiata?”

    “FIGO! – dice il giovane – Come inizia?”

    Bush apre una cartina geografica e mostra al giovane l’Iraq.

    “Ecco, vedi, in questo punto del mondo noi faremo fuori 40 milioni di arabi piu’ una bionda con due enormi tette!”

    Il giovane, un po’ perplesso, chiede: “Una bionda con due enormi tette???

    Ma… ma… chi e? E perche la fate fuori?”

    Bush con aria soddisfatta si gira verso Powell, gli da una pacca sulla spalla e commenta:

    “Hai visto vecchio mio? Dei 40 milioni di arabi non gliene frega un niente a nessuno!”

  16. Qusay è scappato con 1 miliardo di dollari. Lo scrive il New York Times, per cui il secondogenito del rais ritirò i soldi dalla Banca centrale irachena il 18 marzo su ordine dallo stesso Saddam (un funzionario del Tesoro americano, però, ritiene che la somma sia stata in gran parte recuperata). Secondo il Washington Times, la Francia ha aiutato alcuni gerarchi del regime iracheno a raggiungere la Siria e di qui l’Europa, fornendogli anche nuovi passaporti

  17. io non sono neo ma gli agenti credono che io sia 1 al posti di zero

    a zion nel cuore di terra si incazzano perche sanno che ci sono0 degli intoppi

    io non sono neo ne x neo man ne x man eppure il systema non accetta questa realtà come posso fare per dimostrarlo?

    a zion credono che io menta ma non è così purtroppo

    e ora si sa molto di zion perche io so tutto di tutti anche di cosa rappresenta no le catene

    la cosa + divertente e che l’agente che mi protegge è dentro di me perchè a davati a sè dei dubbi rappresentati da 1 .? che potrebbe compromettere la stabilita di 1

    se potesse diventare 0 sarebbe un macello

    ora sophia dovrebbe complottare contro zion sapete che z 1 0 n è 1 e 0

    e io sono colui che mantiene idestini di altri sistemi oltre matrix stesso

  18. MEGLIO CHE TI TROVI AL PIU’ PRESTO UN BRAVO (MA MOLTO BRAVO) ANALISTA…

    nEuTrOnE

  19. A Ipoh, città a maggioranza islamica della Federazione malese.Malesia: multe a chi passeggia mano nella mano.Già multati di quasi 8 dollari una trentina di coppie non sposate, nessuna delle quali era di religione musulmana.

    KUALA LUMPUR – I fidanzati che passeggiano mano nella mano a Ipoh, città della Malesia, rischiano di prendere una multa. Già una trentina di coppie non sposate hanno dovuto pagare la contravvenzione di quasi 8 dollari (circa 6,80 euro). A Ipoh, capoluogo del Perak, uno degli Stati a maggioranza islamica facenti parte della Federazione malese, è in corso una campagna di «moralizzazione pubblica» che gruppi per i diritti civili hanno condannato. «Penso che questo sia ridicolo», è stato il commento di Cynthia Gabriel, direttrice del gruppo per i diritti civili Suaram. «Siamo una società che si sta modernizzando e non c’è nulla di male nell’esprimersi reciprocamente affetto. Crediamo che darsi la mano in pubblico non sia un comportamento indecente». CITTÀ «MORALMENTE PULITA» – La religione ufficiale in Malesia è l’islam (anche se i musulmani sono solo il 53% della popolazione, sebbene in alcune zone raggiungano il 90%) ma la Costituzione consente libertà di religione. Nessuna delle coppie multate a Ipoh era musulmana. Un commentatore del principale quotidiano in lingua inglese, «Star», si è detto indignato: «Non c’è posto in Malaysia per i religiosi troppo zelanti», ha scritto Wong Chun Wai. Ma il sindaco di Ipoh, Sirajuddin Salleh, ha ribattuto: «Non è un passatempo per il consiglio comunale multare la gente senza ragione», ha detto a un giornale. Aggiungendo che i 570 mila abitanti di Ipoh devono mantenere la città «moralmente pulita».

    4 giugno 2003 da il corriere

  20. Perche’ non lasci questa valle di lacrime e non ti uccidi?

    Dubito che qualcuno possa rimpiangere la tua scomparsa, dopo aver letto quello che pensi.

    Firmato ezio rossi

  21. Tragiche pagine di storia passata che puo’ solo insegnarci a non rifare gli errori-orrori gia’ commessi.
    Una civilta’ superiore, non e’ una sola fazione e’ l’eterogenea convivenza di molteplici fazioni. La democrazia dovrebbe fondere le posizioni piu’ disparate e tenerle unite sotto una stessa idea comune di Stato.
    Detto cio’ : solo chi NON riesce a trovare la risposta per il futuro nei suoi ideali si appoggia a quelli vecchi e rimbalza indietro nel tempo diventando all’istante obsoleto e anacronistico (mi riferisco soprattutto a KDK). Non solo cosi’ facendo cancella tutto cio’ che, ormai digerito dalla storia, e’ stato messo al bando e azzera ogni progresso nell’evoluzione socio-politica di una societa’ che ha e aveva gia’ imparato dagli errori dei propri predecessori.

    Ho letto attentamente alcuni contributi e sono rimasto shockato dalla poca attinenza con la realta’ di alcuni colti avventori, quello che andrebbe fatto, quello che nel comune interesse va creato. Mi rendo conto che questa classe politica ha distrutto anche quel poco di fiducia che alcuni ponevano nell’autoritarismo, la crisi la descrive molto bene KDK nel sua personale campagna contro i comunisti (…ma scusa dove sono? … mi piacerebbe conoscerne e incontrarne piu’ di due tutti insieme, ma non mi e’ mai capitato veramente … solo fighetti poveri e ricchi, non veri comunisti) impersonificando la confusione. Posso anche capire che l’inadeguatezza della compagine destrorsa del momento possa creare smarrimento, ma questo vale per ogni cosa che cambia.

    Tagliando corto (perche’ sarebbe lungo sviscerare bene tutto …) corto bisognerebbe parlare di fazioni politiche che discutono del proprio futuro comune, delle soluzioni, dell’evoluzione di una societa’ in mano alle persone sbagliate. Una politica di DESTRA, una politica REAZIONARIA mantiene queste persone al potere. Anzi contribuisce ad aumentare il potere di persone (e non parlo del solo Berlusconi, anche se egli incarna perfettamente cio’ a cui mi riferisco!!) che di POTERE ne hanno gia’, pure, troppo.

    Chiederei a tutti coloro che riescono ad infilare due parole di seguito in senso compiuto, di provare a portare il discorso non sul passato, ma sul presente, non sugli errori commessi, ma sul come evitarne di nuovi non basandosi troppo sull’esperienza del passato, perche’ non si adatta al moderno modo di vivere e di pensare. Propaganda e retorica lasciamoli ai quattro pagliacci che ci governano, satolli di arroganza e di potere, e almeno in questo piccolo spazio teniamoli fuori, ma soprattutto non usiamo gli sloganetti da sottosviluppati mentali della politica attuale che si adeguano appena a livello culturale dell’italiano dell’era Mediaset, in calo dal momento in cui il piano Gelli-P2 e’ entrato a far perte della storia di Italia.
    Speriamo di essere prossimi alla conclusione.

    mc

Comments are closed.