Censurati.it

Padroni di niente, servi di nessuno

Il Ministro Moratti indice il concorso per gli insegnanti di religione cattolica

Sulla Gazzetta Ufficiale del 6 febbraio scorso e’ stato pubblicato il bando di concorso con il quale il MIUR istituisce due concorsi riservati per l’ accesso a contratti a tempo indeterminato nella scuola pubblica degli insegnanti di religione cattolica.

Il testo del decreto, disponibile sul sito del MIUR
http://www.istruzione.it/normativa/2004/prot187_04.shtml

accoglie praticamente in toto tutte le disposizioni previste dall’ Intesa tra Stato Italiano e Chiesa Cattolica, e in generale le richieste avanzate dalla CEI.

In particolare: il possesso dell’idoneita’ rilasciata dal vescovo odinario diocesano rimane il requisito principale indispensabile per l’ammissione al concorso

Il concorso e’ riservato ai docenti con servizio continuativo per almeno quattro anni negli ultimi dieci. Servizio per il quale occorreva comunque l’idoneita’ del vescovo, il quale inoltre aveva, fino all’approvazione del contratto del 1995, la facolta’ di revocare l’incarico all’insegnante al termine di ogni singolo anno scolastico

E’ appena il caso di sottolineare che questo e’ un concorso pubblico, che da’ diritto a chi lo supera ad accedere a posti di lavoro nell’amministrazione pubblica con contratti a tempo indeterminato.

I vincitori non saranno piu’ licenziabili ma potranno comunque essere sempre allontanati dall’insegnamento qualora l’idoneita’ venisse revocata, con l’onere per lo Stato di provvedere a collocarli in altre mansioni.

Infine, i vincitori di concorso, pur inseriti in una graduatoria di merito, non avranno comunque diritto a scegliere la sede di servizio, in quanto tale scelta continuera’ ad essere di competenza del vescovo ordinario diocesano

Commenti Facebook