Censurati.it

Padroni di niente, servi di nessuno

Gli abbiamo fatto la festa

Fonte: Corriere della Sera

Genova, cacciato Lucio Luzzatto, oncologo di fama mondiale


Licenziato il primario tornato dagli Usa


L’accusa: manteneva una consulenza. La replica: no, non tolleravano che difendessi i biologi. Appello di Dulbecco

Richiamato per lavorare in Italia e poi « cacciato via ». Così finisce la breve esperienza all�istituto Tumori di Genova di Lucio Luzzatto, 67 anni, genetista ed ematologo di fama mondiale, tornato 3 anni fa dal Memorial Sloan Kettering Cancer Center di New York anche per motivi sentimentali. Concludere la carriera nella città natale. Un cervello in fuga riconquistato. La storia si è conclusa tre giorni fa, con una lettera di licenziamento in tronco spedita dal commissario straordinario, Maurizio Mauri.

Il mondo scientifico è in subbuglio. È subito scattata una raccolta di firme a sostegno del collega, personaggio stimato, curriculum aureo, corteggiato dagli americani. Chiedono al ministro della Salute di rimetterlo al suo posto, parlano di « errore grave che finirebbe per pesare sull�intera comunità scientifica nazionale » . Tra i primi ad unirsi all�appello, il premio Nobel Renato Dulbecco. Girolamo Sirchia risponde: « Faremo un�indagine per capire cosa è avvenuto e tentare un recupero. Sapevo che fossero in lite, non credevo si arrivasse a tanto » .

Luzzatto è stato sollevato dall�incarico perché, secondo Mauri, pur avendo con l�Istituto genovese un rapporto in esclusiva manteneva una consulenza con lo Sloan Kettering. Negli ultimi mesi tra lui e il manager i rapporti si erano incrinati. Il genetista nominato quando ministro della Sanità era Rosy Bindi e il commissario arrivato a Genova quando nello stesso dicastero c�era Umberto Veronesi non erano in sintonia sul futuro dell�Istituto. La situazione è precipitata a novembre, per una delibera con cui Mauri, in applicazione di una legge, intendeva chiedere a circa 100 ricercatori senza laurea in medicina, ma biologi, di restituire 5 anni dello stipendio ricevuto in più. « Ho insistito perché si trovasse una soluzione diversa, ritenevo ingiusto mortificare quei giovani. Da allora sono diventato oggetto di punzecchiature » , racconta Luzzatto. Mauri è in silenzio stampa. Per riavvicinare le parti il ministro della Salute Girolamo Sirchia aveva inviato un uomo di fiducia, avvocato. Inutile.

Gli scienziati accusano: « Luzzatto oltre ad aver investito tutte le sue energie nel rilancio dell�Istituto gode a livello internazionale di stima e fiducia eccezionali. L�accusa di non aver dedicato il suo impegno all�Istituto è inverosimile. Il suo licenziamento appare in contrasto con le dichiarazioni del ministro Moratti e del governo a favore del rientro in Italia dei cervelli ». E ancora: « Le gravi difficoltà incontrate dall�Italia negli ultimi anni dimostrano che un Paese avanzato non può fare a meno di una ricerca di alto profilo.

Azzerare in modo pretestuoso la direzione dell�Istituto costituisce un errore grave che finisce per mettere in dubbio le prospettive di sviluppo e riqualificazione. Una corretta politica della scienza richiede che Lucio Luzzatto resti al suo posto ». Il genetista Giuseppe Novelli aggiunge: « Il licenziamento di Luzzatto è un fatto preoccupante. Anche tra i direttori scientifici degli Ircss vi sono molti professori che non hanno lasciato l�insegnamento universitario » . Hanno firmato l�appello per la riassunzione, oltre a Dulbecco, Riccardo Cortese, Pablo Amati, Catello Polito, Giovanni Romeo, Francesco Blasi, Claudio Bordignon, Andrea Ballabio, Edoardo Boncinelli, Roberto Di Lauro, Pier Giuseppe Pelicci, Roberto De Fez, Giovanni Cesareni, Novelli, PierPaolo di Fiore, Daniela Toniolo, Jacopo Meldolesi, Franco Salvatore, Claudio Schneider. L�elenco si allunga di ora in ora.

Margherita De Bac


Commenti Facebook

23 thoughts on “Gli abbiamo fatto la festa

  1. e se si schiera per lui il Famoso DUL-BECCO allora hanno fatto bene a mandarlo via…

    Per Antonella quando cominciamo a mettere la testa a posto bella?

    quando metteranno le bombe anche in Italia come in Spagna?..

    ma forse allora non ci saràpiù il tempo per parlare…

    “Non esiste delitto, inganno, trucco, imbroglio e vizio che non vivano della loro segretezza. Portate alla luce del giorno questi segreti,descriveteli, rendeteli ridicoli agli occhi di tutti e prima o poi la pubblica opinione li getterà via. La sola divulgazione di per sé non è forse sufficiente, ma è l’ unico mezzo senza il quale falliscono tutti gli altri”.
    Joseph Pulitzer

  2. …licenziato a 51 anni perchè privo di dinamismo ed intraprendenza nel cernire manufatti in cemento. La logica del profitto, dei costi fissi.
    Dulbecco non si schiera a favore di questo ?

  3. Per Antonella quando cominciamo a mettere la testa a posto bella?

    la testa a posto? che vuol dire? se intendi omologarsi ai cliche’, agli stereotipi, mi sa che prima di vedermi con la testa a posto muori di vecchiaia.

    P.S. mica ho capito quello che hai detto. Giuro…. saro’ stupida ma non ho proprio capito. Illuminaci tu

    quando le leggi diventano ingiuste,
    i giusti diventano fuorilegge
    “Tex Willer”

  4. mi piacerebbe sentire il parere di un esponente di quella categoria reietta e al limite della fame per indigenza che sono i ricercatori (borsisti e non).
    …ma oggigiorno sembra che tutti stiano sulla sponda del fiume aspettando il cadavere di un paese in declino….la gente si sente sconfitta e si tiene i problemi per se…
    ….ma io voglio credere che per questo paese abbia un futuro…
    lascia dire… c’è ancora futuro se i bambini della Milano europea, che ho visto stamani, giocavano a nascondino dandosi semplici regole per non far preoccupare la maestra (” dietro l’angolo non vale”) e giocavano a pallavvolo con una “rete” di felpe stese per terra alta 10 cm.
    Nel 2004….Se non l’avessi visto non c’avrei mai creduto.
    Uno fischiava meglio del Trap…
    forse bisogna solo sfoltire…si può campare anche con il petrolio caro e la coscienza pulita…basterebbe credere un po’ nelle umanità delle persone per credere nel futuro

    sarà la primavera, ma Rino Gaetano l’aveva già detto

    Buona Pasqua a tutti
    GABRIELE

  5. Illuminare chi te o gli altri…è difficile…comunque devo dire che in mezzo a tutto questo buio un pò di luce bisogna farla no?

    Era meglio dire che i Giusti entrano in Clandestinità e gli ingiusti vengono uccisi?

    Cosa aspettate te e i giornalisti come te ad iniziare a fare qualcosa di buono ogni tanto, visto che siete una potenza in Italia o aspetterete ancora tanto per mettervi a fare quello che dovete fare ovvero scoprire i segreti dei potenti e fare uscire la verità sull’Islam?

    Cosa pensate che l’Altissimo non vi veda?

    Mi sa che presto molto presto i flagelli colpiranno l’Italia e allora non ci sarà più tempo…

    cerca antonella cerca e allora forse capirai che il Padrone delle Acque è tornato per chiedere il conto delle vostre azioni…Il Dio di Abrahamo Isacco e Giacobbe di Mosè Gesù e Maometto.

    Forse c’è ancora tempo o forse il conto alla rovescia è gia inziato ma questo lo sa solo l’Altissimo…

    me ne sto andando…forse tu sai da dove viene il Vento e dove va?

    io sono solo di passaggio…e forse il tempo in cui potevo fare qualcosa per salvarvi è finito…ma se … vuole, forse c’è ancora tempo dipenderà da Voi…

  6. Adorata Antonella
    Certe volte mi pento di amarti (nel sonno) e quando sono sveglio penso e dico a me stesso: Mai sia…Ossignore…mai sia avere per moglie Antonella….ODDIO…ODDIO…. è UNA VERA ROMPICO**** CHE SCIAGURA! CHE JATTURA…

    Ciao amore mio, meglio amarti nel sonno che nella realtà

  7. …con tutta la merda che a giorni o massimo mesi ci pioverà sulla testa per aver aizzato le nostre truppe contro la democrazia teologica araba, occuparsi di UN licenziamento di UN benestante signore per motivi che noi poveri umani non comprendiamo (o vogliono far comprendere ciò che vogliono) mi sembra un paradosso. Con due milioni di mobbizzati (vittime del mobbing ndr) in Italia, con fabbriche che chiudono (migliaia di persone NON benestanti che si trovano per strada), tu, Antonella, continui a citare Tex Willer e le sue frasi, mentre io citerei Cico con il suo Caramba y Carambita…ovvero: chi cazzo si stupisce o si indegna di questi fatti, quando oramai si tenta di vendere anche i propri figli…?
    Giuda Ballerino !!!!

    Spirocheta

  8. Non ho parole. E aggiungo che mi vergogno di essere italiana di un paese gestito da prepotenti – dal governo al privato. E pensare che sono di destra!!!!

  9. Rimane difficile esprimere giudizi senza conoscere veramente la questione, sulla qualità della MENTE in questione non si discute, spesso però codeste eccelse menti eccellono anche nei modi in cui far fruttare a livello economico codesta bravura specifica, conosco personalmente 2 grossi (uno grosso anche fisicamente) primari, li conosco per, purtroppo, necessità; insomma, questi 2 simpatici quanto bravi medici è INDUBBIO che sfruttano le strutture per le proprie visite, e fin qui è lecito, questi 2 però, stando ai dissaporti con la direzione, ne approfittano un pò troppo, non vorei che un domani si leggesse sui giornali della fuga di cervelli legata a fantomatici quanto infondati contrasti intelluettuali.

  10. …e’ il tuo Dio che parla. Da quando creai Adamo, Eva e tutta la progenie loro guardo le’volversi di voi, mie creature amate… ma tu, dimmi, che ca22o fumi?

    Comunque ti assolvo. Vai e non peccare piu’!

    Dio

  11. ma da che albero sei scesa? “(…) di un paese gestito da prepotenti – dal governo al privato” e poi “E pensare che sono di destra!!!!”.

    Ma dove pensi di vivere: in un grosso asilo nido con le maestrine sorridenti che ti puliscono il sederino e danno la pappa e tutti facendo attenzione che non si sporchino e se uno fa l’egoista gli fanno pat pat sulla manina? Bello questo mondo rosa… ma per averlo dobbiamo lottare: la mela (cioe’ le risorse esauribili del pianeta) e’ quella e troppi vorrebbero mangiare… solo i piu’ forti ci riescono, gli altri ” rugnano” (cioe’ mettono le bombe nei metro’ e cercano di raffinare l’Uranio per avere l’atomica). Cioe’ (spiegazione): ti piace la televisione? il frullato di frutta? l’aria condizionata? l’ascensore? funzionano grazie alla corrente elettrica… ci vuole petrolio per fare la corrente elettrica. 😉
    Ti piace l’automobile? Ti piace mangiare il pesce anche se abiti in montagna? Ti piace andare in vacanza in paesi lontani? I mezzi di trasporto usano carburanti derivati dal petrolio. 😉
    Ti arrabbi se la bolletta dell’ENEL aumenta? L’ENEL distribuisce la corrente elettrica, prodotto essenzialmente con il petrolio… usare solo sistemi rinnovabili (energia eolica, biogas, solare, fotovoltaica) la farebbe costare come minimo 10 volte di piu’! 😉
    Ti piace leggere gli articoli di questo sito? il tuo PC funziona a corrente elettrica ( = petrolio. Estratto in luoghi dove una massa allo stato brado di pecorai e/o allevatori di cammelli passeggiano per il deserto e continuerebbero a farlo se noi non glielo avessimo pagato in dollari…).

    Gli emirati arabi, sai quei posticini tipo Kuwait dove gli sceicchi collezionano Ferrari, non si pagano tasse e si usano domestici (loro li chiamano “servi”) dei paesi vicini (cioe’ da dove quei paesi sempre arabi pieni di sabbia dove non c’e’ petrolio), prima dell’estrazione del petrolio erano dei simpatici paeselli pieni di sabbia tranquilli…

    Chiaro? Tu sei una di quelle che si sta nutrendo con la mela, non potrai piu’ farne a meno, almeno apri gli occhi e getta via l’ipocrisia…

    Drag

  12. per uno che passa da queste parti.
    se ripassi …..

    E’ facile colpire gli anelli più deboli della catena umana,
    sia da parte degli oppressori che dai ribelli che si oppongono alla
    loro ingiusta oppressione.
    Quindi io penso che, un gesto infame da parte degli oppressori,
    nn si rivendica o si fa ripagare con un altro gesto infame colpendo persone che poi alla fine nn centrano nulla, prediamo come punto di riferimento chi si trova nelle metropolitane o sui treni o sugli aerei,
    una infamità nn si ripaga con un’infamità altrimenti è lo stesso livello di me**a.
    Una volta esistevano uomini che le capivano ste cose,
    erano gli uomini degli uomini nn Dii solo uomini giusti.

    Un saluto da alfa

  13. C’è che alla tetta Italia, ci si attaccano tutti. Ma mentre chi è debole, ignorante e sconosciuto viene preso a calci in culo e spostato, i previlegiati si lordano e inzozzano a più non posso. Il sistema sanitario, pensionistico, finanziario è una merda!
    Il lavoratore dipendente, paga tasse su tasse e non ha un cazzo di servizi. Non c’è politica per la famiglia, non c’è assistenza agli anziani, i trasporti pubblici fanno schifo…vado avanti ?
    Ed è inutile dire che è tutta colpa del governo attuale, sono decenni che la classe politica non ha fatto altro che un magna magna generalizzato, creando privilegi e privilegiati in tutti i settori.
    Ed anche quando parliamo di professoroni,salvo pochi casi, stiamo parlando di previlegiati, di gente non più capace di vivere e sentirsi come poveri umani.
    Chissà perchè, il successo, il potere, la ricchezza sono inversamente proporzionali a simpatia, impegno e solidarietà ….

    E per finire caso limite in un paese in provincia di Salerno : titolare di officina meccanica, con un sacco di lavoro, risulta iscritto alle liste di collocamento, percepisce il sussidio e, vista la dichiarazione dei redditi, gli è stata data pure la casa….ma in che mondo di merda vivo ?
    Quindi Antonella, basta con le storie di giusti, non giusti, furboni e cagate varie. Mi devi spiegare come cazzo fa a vivere la gente disoccupata da vent’anni con famiglia a carico: se capisco il modo lo faccio pure io, alla faccia della mucca Italia e delle sue grandi tette.

    L’Esaurito.

  14. allora.. forse sono diversi i punti di vista. Tu guardi il “quanto guadagna lo scienziato”, io guardo “una mente non puo’ piu fare ricerca perche’ licenziato“. Il fine e’ il raggiungimento di un obiettivo che serve a tutti, belli brutti, ricchi, poveri…. Con una ricerca di quest’uomo, guarira’ il ricco, ma forse anche il morto di fame. Quanto ti frega di quanto mette in tasca il medico, se alla fine puo’ curare te e altri? Perche’ limitarsi all’accanimento, alla rabbia nei confronti dei ricchi? Non e’ che bisogna penalizzare un medico perche’ guadagna molto… Bisogna vedere quanto quel medico puo’ fare per il bene comune di tutti.
    A me non frega nulla, meglio i soldi a lui che a Schumy per farsi quattro giretti in macchina, non trovi?

    quando le leggi diventano ingiuste,
    i giusti diventano fuorilegge
    “Tex Willer”

  15. Rispondo all’appello, ci siamo eccome, noi ricercatori precari, che campiamo, se tutto va bene, con 1000 euro al mese (spesso sono molti di meno) di borsa di studio (!!!!) senza nessunissima garanzia per il futuro. Il nostro problema è un problema generalizzato di questi ultimi anni, non abbiamo voce, e se ce l’abbiamo è solo perchè ricadiamo nella ricercatissima categoria dei casi umani. Siamo 55000, quanto i dipendenti di una grande azienda, tipo FIAT, rappresentiamo circa il 50% della forza lavoro nelle università italiane, ma agli occhi di tutti siamo alla stregua di fantasmi, leggende metropolitane di cui ogni tanto si sente parlare.
    Spesso abbiamo avuto esperienze ed occasioni presso istituti di ricerca all’estero e abbiamo deciso di tornare in Italia perche’ credevamo nel nostro Paese, nella nostra gente, e pensavamo che le nostre idee era meglio svilupparle e metterle a disposizione di tutti gli Italiani.
    Molti di noi stanno rifacendo le valigie, e la cosa che fa più male in questi giorni veramente tristi per tutta la cultura italiana (purtroppo gli attacchi che si stanno portando alle università e agli enti di ricerca pubblici stanno avvenendo nel più spettrale dei silenzi) è che l’opinione pubblica è al meglio indifferente, se non addirittura irritata dagli allarmi (pochi e deboli) che stanno arrivando dal mondo universitario e della ricerca in generale.
    Tu vedevi bambini giocare a pallavolo con reti di felpe ? Io tutti i giorni lavoro in un laboratorio in cantina fatiscente, con i topi (un ragazzo che seguivo per la tesi si è beccato in testa una mattonella staccata dall’ umidità) e non sono un caso isolato. Da luglio, forse, non percepirò niente, come non ho preso una lira per 2 anni dopo aver conseguito il dottorato di ricerca. Perchè rimango in Italia? Per tanta passione per il lavoro che faccio, per amore per il mio Paese, ma inizio a considerare anche di abbandonarlo.
    Siamo un esercito di soldati soli e scoraggiati, e se ce ne andiamo, pochi altri resteranno a preservare e coltivare la conoscenza.

    “Ti auguro di vivere in tempi interessanti”
    Antica maledizione cinese

  16. L’importante é stigmatizzare queste zozzerie solo quando non ci sono i compagnucci al governo (e se c’é l’odiato nano, tanto meglio).

    quando le ingiustize diventano comuniste,
    i fuorilegge spariscono
    “Tez Ualler”

  17. Antonella, credi che un ricercatore senza l’avvallo delle lobbies farmaceutiche possa “veramente” trovare il metodo per curare belli, brutti, cattivi, ricchi e sozzi ?
    Credi veramente che tutto sia svincolato da interessi economici ?

    Quando le ingiustizie diventano leggi
    è colpa del Berlusca…

    Rita Pavone

  18. il caso Di Bella parla da solo, non c’e’ bisogno di aggiungere altro. E’ chiaro che a decidere tutto sono le lobbies farmaceutiche. Ma il problema in questo caso sta a monte. La lobby non ha neanche vagliato le probabili scoperte del nostro dottore, perche’ e’ stato segato prima ancora, nella fase di ricerca.
    Se oltre alle case farmaceutiche ci si mette anche lo Stato, allora io appoggio in tutti i casi le fighe di massa dall’Italia dei ricercatori. Una mia amica, braccio destro di Aiuti, si e’ costruita a sue spese un proprio laboratorio, e’ stata costretta a trasferirsi a Houston, in America… Ha brevettato delle macchine per diagnosi aids non mi ricordo di che genere. In america usano le sue macchine, in Italia no. Fate un po’ voi…..
    Ex compagna di banco di liceo… una mente superiore gia’ all’epoca
    saluti
    anto

    quando le leggi diventano ingiuste,
    i giusti diventano fuorilegge
    “Tex Willer”

  19. Volevo dire che se si tratta di difendere le fighe di massa, non mi tirerò certo indietro, e – se ce ne fosse bisogno – difenderò pure quelle di carrara (tiè).

    Scherzi a parte, passavo di qui e volevo salutare i censurati. Trovo che il sito ruggisce ancora, anche se le teste (ovvio) son sempre quelle.

    Ho letto uno strano commento, su un bel sito americano, riguardo la recente ultimissima (speriamo) fatica del simpatico Mel Gibson (Mad Socci!!!) . Il tipo ha visto il film, ne è uscito piuttosto incazzato per i soldi e la serata buttata via, ma nonostante tutto dichiara: “se è questo genere di cose che costringe la gente a pensare, allora ben venga The Passion”. Credo che censurati sia molto più gradevole (oltre che meno costoso) del filmaccio sopracitato (olè) e comunque mi costringe sempre a pensare!!!

    Un saluto maschio (ma comunista) a tutti.

  20. GIUSTO!!! La colpa é dell’AVVALLO delle lobbies farmaceutiche!!!
    Sostituiamo a questo avvallo una pianura, e andrà tutto a posto.
    Se poi ci mettiamo una collinetta, esporteremo welfare in tutto il mondo.

    Quando la sinistra governa l’Italia
    l’Italia diventa il bengodi.
    Ma adesso datemi un hamburger

    “Poldo”

Comments are closed.