Censurati.it

Padroni di niente, servi di nessuno

Lettera al Presidente della Repubblica

Nostra lettera al Presidente della Repubblica

Caro Presidente della Repubblica democratica,

in questi giorni il Governo sta preparando delle misure che con la scusante della lotta al terrorismo finiscono per ridurre i diritti soggettivi dei cittadini e di tutte le persone che si trovano in Italia.
Non ci e’ possibile rivolgerci direttamente agli estensori di queste ennesime norme dell'”emergenza” perche’, purtroppo per questo Paese, siamo governati da una parte politica che evita il confronto e disprezza il dialogo, cosi’ intenta com’e’ ad accrescere i benefici di pochi privilegiati a scapito di milioni di persone che ne risulteranno svantaggiate.

All’articolo 7 del provvedimento “Nuove norme per il contrasto del terrorismo internazionale e della criminalita'”, nella forma in cui e’ stato presentato alla stampa, si legge che l’installazione di terminali pubblici per l’accesso all’internet e’ sottoposta all’assenso del questore, persino per le organizzazioni a carattere privato.
E in un’altra parte del decreto si legge che l’accesso a detti terminali e’ consentito mediante la registrazione di un documento di identita’ di chi li usa.

Ci rivolgiamo a Lei in qualita’ di difensore della Costituzione, per impedire la promulgazione di una norma in netto contrasto con l’articolo 15 che garantisce la liberta’ in ogni forma di comunicazione. I Costituenti non fanno menzione delle tecnologie elettroniche – ovviamente, dati i tempi – ma cio’ non puo’ essere interpretato dal Governo come una deliberata esclusione dal campo di efficacia di questi diritti. Al contrario, riteniamo che proprio su questa sfera debbano essere introdotti i diritti della nostra Carta fondamentale e che questi vadano anche estesi con quelli conquistati negli anni del pionerismo telematico e maturati nell’era dell’internet di massa. In considerazione della storia politica della nostra organizzazione e dell’universalita’ dei nuovi diritti che essa ha promosso nei suo dieci anni di attivita’, riconosciamo nel provvedimento del Governo un attentato anche contro l’articolo 2, per il quale “la Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo”.

Per tutte queste ragioni, coscienti e riconoscenti della fermezza con cui in analoghe occasioni ha sbarrato il passo a norme divergenti dai fondamenti del nostro Ordinamento democratico, Le chiediamo di non avallare questo provvedimento anticostituzionale.

FreakNet
Medialab@freaknet.org

Commenti Facebook

4 thoughts on “Lettera al Presidente della Repubblica

  1. Scusa Martha, io non sono il Presidente della Repubblica, ma mi viene proprio di risponderti…
    Non ne posso fare a meno, spero perdonerai il mio ragionare non tanto d’èlitte!
    Magari risparmio la fatica anche al nostro martoriato Presidente, che con tutto quelle cose importanti che ha da fare per la Nazione, non è che può stare a rispondere a tutti coloro che gli balza per la mente di fare le più ovvie domande!
    Capisco che sorgono spontanee, ma a me pure ne sorge una che a te rivolgo: ti rendi conto di quanti attentati veri e propri subisce la nostra cara Carta Costituzionale?
    Scrivi:
    “Non ci e’ possibile rivolgerci direttamente agli estensori di queste ennesime norme dell'”emergenza” perche’, purtroppo per questo Paese, siamo governati da una parte politica che evita il confronto e disprezza il dialogo, cosi’ intenta com’e’ ad accrescere i benefici di pochi privilegiati a scapito di milioni di persone che ne risulteranno svantaggiate”.

    Ci sono reati gravi, d’ogni genere, a miriadi in tutte le città, comuni, province e regioni che sfiancano i nostri protettori (!!) e, pensa te, che per ogni violazione ci vogliono anni di processi, è già un casino… non ti ci mettere pure tu!! Una volta tanto che mirano all’immediatezza… ci stanno proteggendo, no?!

    Mi sembra che rivolgerti addirittura al nostro Capo è un po’ come voler sentirti importante, come importante è sicuramente il quesito che ti poni, ma è un po’ da “lecchini�, non credi?!
    Piuttosto: un pò di fiducia!! Non ci è permessa la sfiducia, in un momento così delicato non mi sembra il caso di stare a sindacare!!!
    Non ci è permesso, proprio, ti ci devi scervellare un po’ tu: non è che il Presidente può risolvere ogni dilemma che frastuona le menti degli italiani!!

    Gli italiani quand’è che azionano il cervello al posto di delegare il loro stesso potere??

    E, comunque, quanto al far rispettare la Legge, ci sono GERARCHIE a riguardo che non si possono scavalcare: il Presidente, neanche lui, può fare quello che gli cala in mente!
    Se ti guardi intorno trovi tutori della Legge dappertutto: Questura, Carabinieri, Magistratura ed il Parlamento, le Camere… tutto quello che ti pare prima di arrivare al Gabinetto e oltre!

    Fino ad oggi dove sei stata? Non hai visto né sentito ingiustizie nella tua città? Hai scritto al Presidente così decisa come oggi??

    Statti bella tranquilla nel tuo cantuccio!
    Niente allarmismi!!
    La privacy non esiste da quanto è stato coniato il termine!!
    L’unica “libertà� che ti resta è di vantare la Costituzione come la più grande “scoperta� italiana!

    Allora, portagli dei fiori, i più belli che credi, porta anche un vaso con l’acqua perché non appassiscano subito ed una bella candelina che tenga acceso il ricordo: affrettati a portarli nella tomba ove giace morta e consolati di piangerla!
    Agli inizi del Novecento dicevano: “Dio è mortoâ€?… Però coloro che non si rassegnano alzano lo stesso gli occhi al cielo e qualcuno, ancora oggi, persino muore per affermare esasperatamente che esiste eccome! Non si capisce più niente, ognuno col suo idolo…
    Ti OSTINI a vivere di ciò che ti da d’essere, di voler vivere il diritto e la giustizia, quasi, pretendendo una risurrezione pure tu!!

    A proposito di terrorismo…
    Sei davvero così atterrita che spaventi!!! (ridiamoci su)
    Ma, com’è, ti ci sono servite tutte ste stragi per svegliarti dal torpore le cellule celebrali?
    Allora, a questo punto della storia, possiamo finalmente sperare che non tutti i mali vengono per nuocere! Non mi piace, ma così si dimostra che aveva ragione Bennato a dire che “per scuotere la gente non bastano i discorsi: ci vogliono le bombe!� …Mi piacerebbe che bastassero i discorsi PER SCUOTERE LA GENTE!
    Ehh, sì!
    Secondo me il male peggiore è di IGNORARE il male che incombe!
    E tu ti senti moderna, una al passo coi tempi:
    “”I Costituenti non fanno menzione delle tecnologie elettroniche – ovviamente, dati i tempi – ma cio’ non puo’ essere interpretato dal Governo come una deliberata esclusione dal campo di efficacia di questi diritti. Al contrario, riteniamo che proprio su questa sfera debbano essere introdotti i diritti della nostra Carta fondamentale e che questi vadano anche estesi con quelli conquistati negli anni del pionerismo telematico e maturati nell’era dell’internet di massa. In considerazione della storia politica della nostra organizzazione e dell’universalita’ dei nuovi diritti che essa ha promosso nei suo dieci anni di attivita'””
    Ok! Non a tutti piace “il grande fratello”, a me che mi perseguitano ancor meno, mi dispiace che non tutti possono facilmente accedere ad Internet, per me non è stato facile per niente, vorrei che fosse alla portata di tutti, ma se l’anonimizer (!) non sarà a proteggerci, non mi sembra che ciò vada a minare i restanti diritti umani, tutti molto importanti. Non vorrei mai e poi mai andare contro i miei diritti, ma se devo scegliere “l’anonimato o la vita” mi sentirei rinascere lasciando l’anonimato per la vita!!!!! Se credi che sia così facile per tutti sedersi e connettersi, ti sbagli! Pure scrivere un papiro del genere, eppure le responsabilità nelle comunicazioni, difronte alla Legge c’erano anche prima!

    TUTTO STA NELLO SCEGLIERE INDIVIDUALMENTE E CONCRETAMENTE DA CHE PARTE STARE E INDIVIDUARSI IN UNA CORRENTE, O CONTROCORRENTE CHE DIR SI VOGLIA, SEMPRE CHE SI HA LA “VOGLIA� DI FARLA FINITA CON LE CHIACCHIERE E DARE OGNUNO IL SUO CONTRIBUTO UNIVOCO!

    Invece, gli italiani stanno ancora a frignare:
    “tutti a destra!�, “tutti a sinistra!�
    – mi pare di sta allo stadio –
    “tutti sotto, oh-ooh!�, “Tutti sopra, alè! Alè!� ;))))

    …Manco sto a dì che ci resta di copparci in mezzo come giovedì!!

    Insomma è ora di focalizzare interessi comuni e muoversi insieme nella stessa direzione, ma MUOVERSI!
    Stiamo ancora barricati dietro differenze religiose, convinzioni di superiorità d’ogni tipo, ancora razzisti ottusi egoisti più che mai… come possiamo dirci “quelli del 2000” se “il 2000” per tutto il secolo scorso si guardava come l’affascinante era delle libere frontiere e del permessivismo, di una libertà tanto attesa? Conquistata anche la presa di coscenza dei “Diritti Umani Universali” che s’hanno da garantire, ma che sappiamo ancora lontani dall’essere largamente rispettati, c’è chi s’allarma d’esser spiato, sorvolando sulle torture ed anche di fronte al nemico invisibile che fa stragi cogliendoci di sorpresa nei posti più comuni, negli spazi che quotidianamente condividiamo come il prendere un aereo, un treno, l’autobus o la metropolitana… Stragi che non valgono il rinunciare al capriccio (in confronto) di parlare senza essere ascoltati ed individuati! Poteva essere difeso prima, ma ora bisogna scegliere il bene comune di proteggere tante vite innocenti, non quello individuale, non ne rinneghiamo l’importanza nei minimi particolari, solo dobbiamo cedere alle priorità, appunto, sacrificando delle sfaccettature tanto gradevoli e utili, per quel senso di solidarietà sociale necessario!
    Si pensi al surriscaldamento terrestre e le catastrofi che si annunciano più o meno imminenti, può anche essere che saremo a dividere il guardaroba e forse anche la casa con estranei e la privacy non ci sfiorerà neanche per la mente per darci un riparo, allora mi sa che ci dobbiamo dare una regolata e stare al passo coi tempi!!

    Tanto che vuoi sia rispettata la Legge, perché non chiedi agli italiani se vogliono andare tutti nelle rispettive Procure e Prefetture, fra le macerie a cercare speranzosi la Costituzione e dargli alito, visto che SAI che i diritti umani vengono violati?
    Che intercettassero l’illegalità dell’amministrazione!! E’ questa che fomenta sfiducia e non ci fa progredire!
    I nostri eroi che se la sono conquistata quella Carta, inchiodando l’amministrazione, si stanno rivoltando nelle loro tombe, lo dico a chi ne custodisce il valore oggi: si ponga fine a questo inutile pianto!

    Scusa se te lo dico…
    E’ inutile che ti fai la bella faccia con un reclamo simile e te ne vai a dormire pulita e tranquilla!

    Lascia che ti dica ancora…
    Non è che puoi ribellarti a questo Parlamento ora, perché le intrusioni nel privato si sono estese DICHIARATAMENTE a tutti! E prima te ne sei fregata qualcosa di chi veniva spiato come un criminale anche se criminale non era ed anche solo per sporchi interessi?? Da dove vieni dal mondo dei balocchi?!!

    Molto meglio sarebbe vigilare sull’ordinaria amministrazione, tanto per dare una mano e far luce su processi che durano – senza motivo, né fondamento – davvero per anni nell’ignoto e l’illegalità!

    Quest’Italia dei magistrati ha già troppo da fare e s’ingarbuglia così che a tutti pare normale violare diritti garantiti, infatti loro stessi protestano ogni anno allo stesso modo… eppure, potrebbero permetterci di violare la loro privacy almeno nei loro uffizi, come oggi finalmente dichiarano di fare con noi liberamente, a fin di bene e con la dovuta cautela, s’intende!!

    C’è chi, in questa “tua” Italia, s’è visto violare i diritti uno dopo l’altro, magari hai sentito anche chiedere fra la gente che accorressero a difendere la Costituzione, un Sabato… e, peggio dei dotti farisei, hai proseguito la tua passeggiata estiva, dopo aver saputo che c’è chi non si da pace né sabato né domenica pur di far miracoli… Sei andata incontro solo a te stessa finora?

    Finalmente ci hai schioffato pure tu che vedi minato il tuo potere singolare!

    Quanto c’ho piacere!! E’ poco, in realtà ti sfiora appena!
    Se ti privassero anche delle tue abitudini, delle tue potenzialità, VOGLIO VEDERE a chi andresti a reclamare quel che la cultura italiana tramanda essere il diritto e la giustizia, se con un colpo di spugna imbrattassero gli sforzi dignitosi di tutta la tua vita, quando le Istituzioni hanno già svolto la loro buona azione quotidiana, fottendosene di te e di quel che ti lamenti, del tuo tempo!??
    C’è chi viene prima di te (!), valgono più di te (!) e tu sei una della massa popolare che ha da guardare dal basso verso l’alto chi ha impegni di gran lunga più importanti che non potrai mai capire perché non avrai esauriente risposta sull’uguaglianza!

    Potrai marcire sì, ma marciare no: lo fanno già gli arruolati e lo fanno armati!

    Esprimo, ridimensionando le mia rabbia, tutta la mia solidarietà e ti faccio dono di un consiglio se proprio credi che debba risorgere la Costituzione e tutti i suoi sostenitori: AZIONE!

    Se hai un gruppo di persone con te, datti al sit-in, quanto meno, e mi raccomando: braccia conserte!
    Armati delle tue più profonde convinzioni, se ne hai, prova a rifiutare ogni tipo di violenza, anche se questa non viene fatta a te, perché vivi in una società, non perché pretendi di vivere per i c***i tuoi!

    Se non ne hai di convinzioni tali, non ti suicidare con inutili paure, non scassare l’anima con storie di terrore: torna a parlare dei valori finchè non li sentirai stabili almeno dentro di te e cerca il terreno adatto dove “coltivarli�!

    Se poi sei una che molla, non mi piace la puzza di marcio… te ne sei già accorta?!

    A conti fatti, a questo miserabile punto, preferisco la “trasparenza� uguale per tutti, al “buio� solo per pochi soliti (ig)noti.
    Non ho nulla da nascondere, sicuramente non possono limitare e fare difficoltà alla libera e spontanea parola, la comunicazione, il pensiero… ma qui sei sul mitico “censurati.it” e sappiamo che lassù, i lord, hanno molto da nascondere e non ci vogliono informati: usano per noi un altro conio!!
    Allora, è proprio il caso di prendere la palla al balzo, tant’è vero che il terrorismo c’è e la sicurezza non ci è dovuta solo avversa al terrorismo, si potrebbe sperare che non si dica ancora “siamo governati da una parte politica che evita il confronto e disprezza il dialogo” perchè l’autorità è prima del popolo sullo Stato e poi lo Stato ha i suoi compiti da svolgere alla luce del sole!

    Alla prossima sperimentazione, l’ennesimo tentativo di creare un mostro di Repubblica!
    dr. Jeckyll

  2. la cosa strana in tutto questo è che a chiedere il rispetto della costituzione sia un gruppo di hacker, il che la dice lunga sulla nostra giustizia reale e su quella presunta
    un caro saluto
    antonella

  3. Grazie Anto, c’era qualcosa che non mi garbava!

    Comunque, tra “reale” e “presunta” bramo un ribaltamento e confido nella Costituzione, quella che ci resta come un prezioso testamento, perchè di buono ha delle GARANZIE…
    E’ il popolo che mi preoccupa, forse perchè mi manca!!?

    Insisto che rileggano, per intero, gli art. 15 e 2 Cost. che hanno menzionato, non solo il primo rigo!

    Per quanto ai miei esperimenti: cercasi infermieri ed assistenti della nuova generazione!!!!!!!!
    drjeckyll

  4. Questa Sua lettera, Martha, mi è capitato oggi di leggerla: forse come titolo , in questi 2 anni (la lettera è dell’agosto 2005) l’avro’ pure notato ma oggi, l’ho voluta leggere attentamente:è un caso? Boh!
    Ora passo a dire la mia opinione in merito a quanto Lei, Martha, ha esternato nell’ e-mail indirizzata al Presidente (era Ciampi, allora, se non sbaglio…).
    Quante speranze aveva, che il Pres…, la leggesse? E che, tra un impegno mondano e un viaggio all’estero, costui si prendesse la briga di dare per lo meno , un’ occhiata alla più che legittima espressione di un cittadino, alla preoccupazione che la classe politica, ancora una volta, non si staccasse dal contesto popolare che a suo tempo e più volte, l’ha incaricata di dirigere, amministrare il nostro (?) Paese? Cosa nella quale ha fallito miseramente, fra l’altro? Non è forse vero che i primi nemici che gli Italiani hanno , sono proprio i politicanti (politici, non ne vedo assolutamente, in quella gang)che si autoprivilegiano in modo intollerabile e provocatorio e hanno anche la faccia tosta di rifilarci una iniqua Finanziaria?E dunque, Martha, Lei si aspettava (o si aspetta ancora adesso)che l’attuale Pres.della Rep., si preoccupi di internet e via dicendo? L’effetto che le Sue parole (Pres) , i suoi vuoti, rettorici discorsi ed esortazioni ha sul mondo interno della politica italiana, è paragonabile all’ effetto “devastante dell’urto di una piuma contro un carro armato”. Sono le parole di un 81enne con la sua esperienza di vita ma limitate da una mentalità ormai lontana anni luce, dai problemi attuali che la nostra Nazione deve o cerca, di affrontare e risolvere. In ultima analisi, quello che Lei, Martha, ha scritto , è condivisibile al 100% ma non so quante possibilità noi tutti abbiamo di vedere finalmente una classe politica italiana, nazionale , regionale e locale, degna di questo nome.
    Fino a quando gran parte dei nostri connazionali, si preoccuperanno della Juve, del Milan etc, ma non si interesseranno de facto, ai problemi che ci riguardano direttamente, oppure si sentiranno inferiori perché non hanno Sky per vedere le partite…non ci sarà speranza e quelli la’ a Roma faranno quello che gli pare a nostro danno.Capito, Martha? Ciao, con tutta la mia stima…

    Spartacus

Comments are closed.