Censurati.it

Padroni di niente, servi di nessuno

Murales di Bansky

dipinto sul muro di Gaza

signore e signori… sipario!

Commenti Facebook

3 thoughts on “Murales di Bansky

  1. Opera mentale”apertura di vedute parallele”virtuale dichiarato Perfinstals!
    Rappresenta mentalmente il contatto di cultura altrui ,senza trazzioni dovute a diverse vedute delle cose,ma a comprendere le visioni altrui senza scontrarle,vivendole solo nelle idee comuni!

  2. Ildemansionato

    Sarà anche ma io lo trovo semplicemente bello.
    Ciao

  3. L’idea di dipingere su una delle vergogne del nuovo millennio, il muro di Gaza, è rivoluzionaria, fa parte di quella tradizione libertaria iniziata con i murales sul muro di Berlino, nelle Banlieu di Parigi e nei quartieri ghetto dei latinos statunitensi. La vergogna del libero stato di Israele che poteva essere una democrazia compiuta mentre sta imitando anche troppo bene la Shoa che ha patito, è fare un muro per dividere due popoli con tradizioni comuni: mi ricorda molto il ghetto di Varsavia durante l’occupazione nazista della Polonia.

Comments are closed.