Censurati.it

Padroni di niente, servi di nessuno

Si passa alle maniere forti

primo numero ufficiale. Scarrrricatelo

Acqua inquinata nei rubinetti della sardegna

Lettera di un parente di una vittima di mafia al presidente Cuffaro

Insabbiamenti nelle procure

Sport pulito, ma punito

lettera di un lettore sul disarmo nucleare

Estratti dalla catena di san libero

da stampare in A3 e far girare

Commenti Facebook

3 thoughts on “Si passa alle maniere forti

  1. Anche noi la chiamiamo cacca e siamo stanchi di essere presi per i fondelli ,ogni volta che ci son le elezioni con promesse che non mantengono mai ,siamo 15 anni che non possiamo avere un poco d’acqua potabile mentre le bollette si che le mandano e che bollette 126 euro a cranio con tanto di “nolo contatore” in fattura non esigibile in regime forfettario più la depurazione che non capisco dov’è se ci rispondessero forse avremo queste risposte ma non è tutto ci son ordinanze che risalgono al lontano 1999: veniva vietato dal Commissario Governativo per le acque della Sardegna [Presidente della giunta regionale On.Federico Palomba],n.155 del 06.08.1999 nella quale si ordinava “L’immediata adozione,da parte del Comune di La Maddalena, dei provvedimenti necessari alla modifica , con effetto immediato,dell’attuale sistema di tariffazione dei consumi a forfait a sistema di tariffazione a consumo effettivo con lettura dei contatori installati presso ciascuna utenza ” e contestualmente si ordinava , nel termine perentorio del mese di ottobre dello stesso anno, di porre in opera tutti i contatori necessari alla rilevazione dei consumi(art.1, comma D) stanziando, oltretutto,la somma di 350 milioni di lire dell’epoca che non si sa se e come siano stati effettivamente spesi (art.2.comma 3).Evidenzio altresì che anche il successivo Commissario Governativo, On.Mario Floris, con ordinanza 05.05.2000 ,pubblicata sulla G.U. del 29.05.2000 ,n°123, confermava quanto disposto in merito al tipo di fatturazione nella precedente ordinanza a firma On. Federico Palomba vietando quindi ,ancora una volta,la forfettazione.
    Anno 2006 siamo ancora con il forfait e non ci danno risposte sulle analisi nonostante le centinaia di persone che hanno firmato la protesta e richiesto le analisi in conformità con il D.LS 39/97 ,ignorati completamente come se la salute dei cittadini che non possono permettersi un legale non vale niente ,questo è un comportamento a dir poco “omertoso” che io condanno fermamente e continuerò a combattere, perche?
    Solamente perche è giusto ,è ora di finirla di farci pagare per sbagli di cui non abbiamo colpa ,ma loro non sentono e io ne sò qualcosa ,neanche i protocolli mi volevano mettere per ordine del sindaco poi quando stavo per denunciare per omissioni di atti d’ufficio si son decisi due settimane per un numero di protocollo !! e sono io il sovversivo da bastonare ?! mi chiamo Andrea e questa storia l’ho vissuta da vicino dai tempi del commissariamento nel dicembre 2004 quando il dottor Portelli Ignazio ha iniziato il censimento utenze a cui ho partecipato mettendo i contatori e leggendo i contatori ,speriamo usino le letture che abbiamo fatto visto che la gente ci ha creduto quando ci mandavano a raccontare le favole _
    anto ti ringrazio anche da parte degli invisibili che chiedono giustizia _
    per quanto riguarda l’imboscata dei “coraggiosi ” e la scomparsa delle lenzuola contemporaneamente al mio ricovero spero solo che non ci riprovino perche non gliela darò un’altra possibilità di fare male a me o la mia famiglia _Fino a che punto vogliono portare le persone ?!
    Non ci riuscirete a farmi violare la legge !! ma mi prenderò molta cura per fare si che chi ha sbagliato paghi davanti alla giustizia_
    indio

  2. E sara’ proprio cosi’, con la determinazione e il coraggio, tuo e delle persone che ti sono accanto,la giustizia non tardera’ ad arrivare!!!…ci vuole solo un po’ di pazienza…solo un altro po’!!!…di certo tu non mollerai, non e’ nella tua natura…perche’ “non esiste nella tua lingua la parola arrendersi”! Ti voglio bene amico!
    mary

  3. si risponde col sentimento!

    questo e’ un affare che non riguarda solo i ragazzi della riserva, ma di tutta Italia: se lasciamo che le leggi s’ignorano fino a questo punto, vuol dire che dovremmo smetere di dargli il giusto valore?!! Eh, no, mi dispiace, la legge inchioda la criminalita’ e noi la vogliamo funzionante a pieno titolo e NON ridotta alla stregua di chicchessia e sotto il “buon nome” dell’ABUSO_

    Ma come???
    Noi italiani gli stanziamo 350.000.000 di vecchie lire e poi anche le amministrazioni a seguire coprono ed aumentano la “posta”_???_

    dovremmo far finta di niente??
    “capire” con le cattive che questo passa il convento??
    no, no!
    questi ragazzi, rischiano la pelle
    per avere acqua potabile e giuste bollette!!
    ma i furfanti, quanto credono che
    la possono allungare ‘sta brodaglia???
    devono pagare tutti
    i vigliacchi, disumani!

    secondo me ci vorrebbe un massiccio girotondo o roba simile intorno a questi ragazzi combattenti, un accorrere solidale che faccia da scudo, una mobilitazione sociale che brami la parola fine a tanta sfacciata illegale crudelta’_ ed una caccia autorevole che rovesci i “potenti” dai troni_ finche’ non sia ripristinato l’ordine e la sicurezza_ il diritto e la giustizia non sono al bando!!

    c’e’ nessuno che sa come si mobilita l’interesse pubblico all’azione??

    dobbiamo far arrivare la notizia a gente del mestiere, no??

    possiamo cominciare con quelli piu’ conosciuti, magari… non si sa mai!
    _____________________________________________________________________

    intanto sono sul “posto di combattimento”, stracciona e all’azione al vostro fianco, amici invisibili della riserva_ SIEMPRE!
    vs
    dj

Comments are closed.