Censurati.it

Padroni di niente, servi di nessuno

Censurati.it e Ammazzatecitutti.org. Gli sfigati e gli illusi

Il comunicato che segue è una lettera aperta al movimento “ammazzateci tutti”, nato dai ragazzi di Locri dopo l’assassinio di Fortugno.

Cari Ragazzi, vi hanno mai detto che siete solo dei poveri pazzi?
Ve lo diciamo noi!. Avete pensato di provocare con la scritta “e adesso ammazzateci tutti”. Come avete potuto pensare che gli uomini di parola che governano la vostra regione non raccogliessero l’appello? Dopo la morte morale decretata da Giuseppe Bova nei confronti di Aldo Pecora, piano piano tocca a tutti quanti. Questo è il messaggio che è arrivato alla gente. Cosa pensavate di fare?

Esisteva una legge sulla trasparenza, è vero, che imponeva alle pubbliche amministrazioni di far vedere i bilanci di enti pubblici, di comuni, province e regioni, ma siccome voi siete fessi e loro no, hanno creato (tra il massimo silenzio generale di TUTTI gli organi di stampa che tra una cosa e l’altra scioperano altrimenti non possono fare informazione) una leggina ad hoc, che in nome della privacy non dice più a chi vanno gli appalti, quanti soldi pubblici vengono regalati agli amici, come vengono spesi. Mica sono fessi come voi, i politicanti.

Siete fessi anche perchè pensavate che nessuno si sarebbe mai potuto infiltrare nel vostro movimento. E invece loro che sono più furbi di voi hanno creato una cellula che si è poi distaccata, chiamata “forum Fo.Re.Ver.”, fatta di bravi ragazzi, obbedienti, mica teste di cazzo come voi! Filogovernativi quanto basta, che fanno le sfilate e le parate a vostro nome e sulla vostra rendita, ma, cosa più importante, sovvenzionati dal partito. E mica come voi, che volete fare antimafia così, senza nessun partito dietro che fa propaganda elettorale a vostro nome.

Siete stati dei fessi per aver raccontato i fatti vostri a Michele Cocuzza, che ha fatto un libro con il vostro materiale, il cui ricavato va alla cellula dei bravi e obbedienti ragazzi del partito dei DS. Mica agli sfigati che a loro spese fanno l’impossibile per denunciare problemi di collusione tra malavita organizzata e politica.

Siete fessi perchè pensavate di uscire impuniti per aver pensato di fare antimafia. A Locri. Avete preteso di sapere che fine facevano i soldi pubblici. E invece Bova ha querelato il vostro portavoce, Aldo Pecora, un ragazzo di venti anni, uno studente. Preso a simbolo di tutti voi. Siete fessi perchè credevate che la giustizia indagasse sui dubbi che avete sollevato, ma lo sapete bene come funziona la giustizia, quando c’è di mezzo la politica, no?

Siete stati pazzi per aver voluto una calabria pulita. Ma, dico io…, come vi siete permessi?
Speravate in una rivoluzione dal basso! Che pensavate, che il popolo ha dei diritti?
Ragazzi, siamo in Italia, a volte sembra che ve lo siete scordato.

Comunque, noi di censurati.it siamo noti per stare sempre dalla parte degli “sfigati”, perciò con orgoglio possiamo anche gridare “Giu’ le mani da Aldo Pecora”, oppure “finitela con le intimidazioni a mezzo stampa”. Altrimenti… altrimenti niente. Però ci rimaniamo male.

Sarebbe un peccato se succedesse qualcosa alle uniche persone che stanno tentando di ripulire la Calabria dalla fogna in cui si è impelagata. Anche perchè la mafia, la corruzione, i ricatti di partito, non sono problemi della calabria. Sono problemi di tutti, in tutti i paesi, in tutto il Paese.

Un abbraccio quindi ai ragazzi di “ammazzateci tutti”
con la solidarietà degna del periodo natalizio.

Antonella Serafini

appoggiano i ragazzi di Locri:

associazione antimafia Rita Atria

Riccardo Orioles e Casablanca

Commenti Facebook

3 thoughts on “Censurati.it e Ammazzatecitutti.org. Gli sfigati e gli illusi

  1. quando le faranno il film non dimentichi una cosa importantissima , vossia non è il buono in questa storia _ vossia ,con rispetto parlando , non ha capito ,oppure lo ha capito fin troppo bene ,che i ragazzi di ammazzateci tutti non riuscirete mai a fermarli perchè non sono solo a locri ma in tutta l’Italia , anzi la voglio ringraziare per il faro – non certo a fin di bene – che ha puntato addosso ai miei fratelli e sorelle di locri dandoci così ,se qualcuno ancora non se ne fosse accorto , una chiara visione dell’ambiente in cui i ragazzi si trovano ad operare con coraggio e impegno da ammirare (demonizzare chi fa è fin troppo facile )_ spero con tutto il cuore che nessuno prenda ad esempio vossia e sopratutto che l’incolumità dei miei fratelli non venga messa in serio pericolo a cominciare da aldo pecora , un ragazzo di 20 anni ,che a vossia potrebbe insegnare tanto tanto e ancora tanto _ è natale e tutti diventano più buoni io no _

    NON SI FERMA IL VENTO CON LE MANI ! NE CON ALTRO !!!

    un caro abbraccio a aldo e i ragazzi di ammazzateci tutti
    non sarete mai soli ! auguri e buone feste !( speriamo che la befana prenda a colpi di scopa chi vi vuole male )

    dalle riserve cherokee
    indio

    “La parte peggiore
    sono quei milioni di persone
    che guardano la scena dalle loro case
    e aspettano di vedere come andrà a finire.”

  2. PALERMO. “I partiti hanno il dovere di sviluppare gli anticorpi necessari a tenere la mafia fuori dalla politica”. Lo ha detto il presidente della Commissione parlamentare antimafia, Francesco Forgione, intervenuto a Palermo alla Commemorazione del presidente della Regione siciliana Piersanti Mattarella, ucciso da Cosa nostra, 27 anni fa. “Anche la società civile ha il dovere di riflettere e di rinnovare se stessa”, ha sottolineato Forgione. Il presidente dell’Antimafia ha affermato che ricordare Mattarella “non è un rito, o un semplice dovere della memoria, ma è una risassunzione di responsabilità e di impegno perchè ancora oggi a distanza di 27 anni la fine di Mattarella interroga la politica su come respingere i condizionamenti mafiosi. L’azione di governo – ha proseguito Forgione – ma anche l’azione politica e il rapporto tra la società e la politica debbono liberarsi dal peso della mafia”.

    Aggiungiamo: stiamo ancora aspettando gli esiti delle ispezioni alla procura di messina per aver lasciato libero l’assassino di Graziella Campagna per decorrenza dei termini. Forse prima di parlare di impegno della società civile deve sciacquarsi un tantino la bocca, visto che è l’unica vera realtà che fa antimafia.

  3. Questo lavoretto è vecchio come il mondo,
    ma queste ingiustizie devono finire!!

    Mr. Gabriele Bova… ma ci faccia il piacere!!
    Si rende conto che si è messo avanti
    per non farci vedere che “FILM” ci hanno fatto
    con i soldi pubblici?
    Si sposti, non è trasparente!!

    Che cosa dice? “voi non dovete sapere niente!!”
    ma non si rende conto che in tal modo aumenta la curiosità!?
    Adesso quel “film” non lo vogliono vedere solo quei ragazzi là,
    ci siamo anche noi della rete_

    Se non le risulta i ragazzi di Locri, volevano sapere se sono liberi tutti i cittadini di andare a votare senza farsi ammazzare, più precisamente volevano sapere semmai ci fossero buchi nei soldi pubblici per i quali potrebbe esserci chi è disposto ad ammazzare la gente_
    “Certamente!”
    probabilmente è questa la sua risposta,
    ma vede a noi non ci fermeranno intimidazioni,
    neanche se adottate ragazzetti tiepidi a leccarvi i piedi
    per screditarci tutti noi “ribelli”, assumeteli pure
    perchè tutti sappiano che di antimafia si può parlare SOLO
    nei vostri salotti e per fare passerelle a beffa di chi crede
    che i sogni dignitosi e civili si devono realizzare a suon di fatti, mentre noi continuiamo a desiderarlo sempre, nell’antimafia più vera che corre in strada e per la rete!
    Non le sembra inutile quel affanno a zittirci?!

    Certo, siamo maleducati o ribelli: questo dire “ABBASSA LO SGUARDO” non ci ferma, non c’impedirà di guardare oltre le vostre condanne a morte_

    Ecco vede, se prima pensavate di tenere questa situazione sotto controllo, adesso il vento dell’informazione in rete l’ha portata qua ed ancora forte si solleverà il vento della voce di chi da ogni parte grida: “AMMAZZATECI TUTTI”_
    Quanto è stupido passare la vita a nascondere, meglio essere davvero trasparente, più si nasconde e più si ha da nascondere… perchè ora che si è messo avanti lei? la vediamo ostacolarci la visuale, più di quanto ci voglia far credere che non stia facendo! Che bel mestiere si è scelto.. addetto allo stagno! Ripeto: la curiosità aumenta!

    Certo sono molti a scegliere come lei questo mestiere, ma più ne siete più aumentano quelli che vi dicono “accetto la sfida”_
    se questo per voi è segno che non ci arrendiamo al vostro gioco, adesso andate a fuoco e dite: “ZITTI TUTTI”_

    ma dove l’ha visto sto film?? e chi sta zitto??? manco i morti!!

    Provi a denunciarci tutti per “curiosità pubblica”, per la nostra nutrita reciproca RESPONSABILITA’ SOCIALE, perchè di questi ragazzi “ribelli” ne stimiamo la stoffa e ci affiatiamo alla loro sete di sapere di quanta civiltà siete capaci a Locri, se vi siano guadagni illeciti o meno, se vi saranno omicidi fisici o morali!

    Sì ci denunci per “curiosità legittima” sulla libertà!!
    Un reato che solo i pagliacci sanno denunciare!!

    Restiamo unanimi ai ragazzi che NON si lasciano comprare
    come i signorini “allineati e coperti” a farvi da zerbino
    e rampa di lancio della vostra campagna artefatta di fandonie
    per un certo guadagno, non certo per il bene dei cittadini
    che se vogliono anche la libertà di votare chi gli va,
    secondo questo sistema imposto non lo dovrebbero fare
    perchè ci sta chi è pronto a sparargli cazzate
    se non si piega a tale illecita volontà
    (vedi FORTUGNO, parla ancora!)_

    Questi ragazzi non andranno a votare
    con in tasca TRENTA DENARI,
    è questa la differenza dai signorini più educati,
    differenza che stimiamo di ben altri livelli di dignità_

    “AMMAZZATECI TUTTI, TRASPARENTI NON LO SARETE MAI:

    CI SARA’ SEMPRE QUALCUNO CHE NE PARLERA'”

    _________________________________
    GIU’ LE MANI DA ALDO PECORA ! ! !

    drjekyll

Comments are closed.