Censurati.it

Padroni di niente, servi di nessuno

Furto a Casablanca – Lettera aperta ai signori ladri

Cari signori ladri,
non sappiamo il motivo per cui siete andati a rubare i computer all’interno della redazione Casablanca, la rivista che fa antimafia vera.
Dovevate avere una bella fortuna (diciamo fortuna) per beccare l’unico giorno in cui nessuno era nella redazione neanche di notte, e non abbiamo capito perchè, vista la vostra fortuna, non siate andati a rubare qualcosa nelle redazioni di Mario Ciancio (che sicuramente economicamente è messo molto, ma molto ma molto meglio di noi). A meno che il furto non c’entra nulla con il danno economico, e invece si è voluta colpire l’antimafia (in tal caso, capiamo il motivo per cui non avete fatto neanche un tentativo di furto, nelle redazioni di Ciancio).

Ad ogni modo, vi è mancato il coraggio di affrontare i soldati che tutti i santi giorni si fanno il culo per voialtri, lavorano per una società migliore, anche per la vostra società. Ora, i casi sono due: o non vi frega niente della società dove vivete e quindi andate a colpire chi è già economicamente debole perchè è più facile così, oppure vi frega eccome, ed è per questo che avete deciso di entrare a rubare un computer di Casablanca.

Cari signori ladri, non sarà questo a piegarci, non sarà per questo che si spegnerà il fuoco invisibile della rivolta. Noi combattiamo quelli che recidono i fiori perchè amiamo la primavera.
Voi continuate pure a strisciare ai piedi dei potenti, il vostro ruolo non ci interessa.

Con un po’ di pena
antonella serafini

p.s. Non permettiamo che un gesto da vigliacchi pieghi Casablanca. Abboniamoci alla rivista e un nuovo pc sarà di nuovo al lavoro, al servizio di quei ragazzi che danno tutto in cambio di niente.

Ecco le testate che hanno che hanno parlato del caso
www.antimafiaduemila.com
www.step1magazine.it
www.isolapossibile.it
www.peacelink.it
www.canisciolti.info

Ne ha parlato il sito (non testata giornalistica) dell’associazione antimafia Rita Atria, e il sito degli invisibili della maddalena

nessun giornale “enbedded” ha riportato la notizia.

Commenti Facebook

One thought on “Furto a Casablanca – Lettera aperta ai signori ladri

  1. se volevano contare sul silenzio dei mezzi d’informazione obsoleti, ops, pardon! quelli soliti raccontare tutt’altro anzichè in anteprima la stragrande maggioranza di fatti di mafia ed intimidazioni, di repressione certamente errona che accade anche da certi magistrati o giudici che lavorano come sudando le nostre camicie da straccioni, illudendosi che gli si possa mai dar ragione illegalmente!!
    No, dovevano saperlo che non potevano essere coperti i ladroni dal popolo della rete!!
    E mò glielo dico anch’io, se sanno leggere!!
    Già, perchè dubito che sanno leggere!!
    Cioè dico: questi qua, “quatti quatti” sfilano un pc da una redazione che non ha altro che la forza del “fai da te”, ma se si sa che “fa per tre”!!
    Leggono, ma non capiscono, l’informazione dei poveri, degli ultimi, dei diseredati, di coloro che vantano le idee dei martiri del passato, aspè che se no tanti cattolici si credono che ci aiutano invece troppi ci snobbano pure di mezzo a costoro anche se, magari, qualcuno si salva… dicevo.. non di martiri, ma di gente che ben sapendo che rischiava la pelle a non piegarsi alle avvisaglie mafiose, ha scelto di lavorare per la povera gente, esser dalla parte del più debole pur dovendo passare per “debole”, sapendo che loro idee avrebbero ancora camminato con le nostre gambe, valori morali (se vi garba anche spirituali) d’inestimabile valore, come quelle idee di chi prima di loro si è affannato tanto UTILMENTE per il bene sociale, fedeli alla consapevolezza storica che più è da tener in considerazione!! “No! Studiate a memoria Nerone quanto è Re!!” pare che poi ci si possa sentire tutti come pazzi appresso ad una cultura distorta attaa bruciare la sana coscienza della cittadinanza!

    Se sanno leggere, a differenza dalle sontuose redazioni, saprebero pure che Robin Hood almeno valeva a qualcosa, più del Re Nerone, visto che questi che soffrono di uno strano tipo di DISLESSIA, visto che l’antimafia stracciona gliene canta, eppure si sentono autorizzati a voler fare i sordi criminali e non le persone civili, solidali con chi soffre, allora che andassero a scassinare chi se lo può “permettere” di accontentarli, ci sta chi non si spreca a rivolgere predicozze_ scusate, eh!! MA NON SI RUBA AI POVERI PER DARE AI RICCHI_ se potete fare a meno di rubare è meglio, ma se proprio dovete… ‘nzomm’, datevi una regolata!!
    Dico, andate a rompere le scatole ai proseliti di sculettopoli e compagnia bella anticulturale_________

    Non perchè noi poveri straccioni non vogliamo dare niente ai ricchi, o perchè vogliamo che si vada a rubare ai “ricchi”, ma mi pare da vigliacchi totale togliere a chi non ha niente o troppo poco! Certo, che siamo generosi lo stesso, noi, perchè abbiamo la lealtà a cuore, la verità nuda e cruda per noi /non è fatta di tette e culi/ e per tutti il sapere è cutura, per noi è un impegno di solidarietà sociale_
    Allora, si sono sbagliati di grosso se pensano che cominciamo a tacere proprio ora: quello che sappiamo noi lo diciamo in giro… disposti a gridarlo sui tetti se necessario!
    Quanto siamo generosi!! La nostra trasparenza non si può rubare, o comprare e tanto meno la si può fermare con avvilimenti nei vostri intenti_
    Solo questo fa di voi i più stupidi del mondo!

    Allora, vabbò, quessi sono malavitosi e vogliono fare i malavitosi e certe cose non le vogliono leggere… ma allora perchè gli diamo tanto fastidio??? Restassero ignoranti!! Che nn ci leggessero!! Mica vogliono che diventiamo tutti criminali?!!
    O sì?

    Il dubbio mi viene… mica pe’ qualcosa… proprio perchè tante persone che “fronteggiano” la mafia sono lasciati soli dallo Stato_

    No, dico, visto che gli unici che se li filano a ‘sti poracci sono proprio quelli che fanno informazione antimafia stracciona… sarà questa la immensa vergogna che potrebbe rivestire altri tipi d’informazione, di redazioni?! …mi sa di sì, ma io non lo so se si vergognano tutti insieme, perchè parlano di criminalità, di prevenzione, di sicurezza e girano pagina per lo scooppetto seguente fottendosene di quell’altra gente che non parla dalle poltrone da sontuose scrivanie, davanti a corpose librerie… della gente che non “vale” a niente in quel conosciuto metro di misura del successo, se ne fottono altamente se qui c’è gente che “suda sangue” continuamente, ma non quando l’informazione stracciona comincia a far “casino”!
    No, non quando ormai in rete lo sanno tutti e comincia ad uscire fuori dai pc, comiciano a farne un gran vociare in giro… allora si degnano di fare mezza mossa, di dire quel poco e niente che tappi la bocca alla gente scandalizzata che tv e giornali non ne parlano!
    Può essere che funziona così, fate un pò voi!! Io so solo che si sistemi putrefatti… puzzano ancora e sempre come nuovi, vivi e vegeti!
    Allora, qualcuno ancor più fortunosamente comincia ad essere preso in considerazione dalle tv, come Sonia Alfano ad esempio, ma poi vengono lasciati soli lo stesso_
    Mi chiedo perchè si parla tanto di altre cose e si va a caccia di scoop, quando poi, di questi gridi che s’alzano in rete, in tv e sui quotidiani non si vede manco l’ombra in chi lavora per l’interesse pubblico, la prevenzione e la sicurezza… forse sono cose che non fa’ ai casi loro! E allora perchè non ci lasciano cantargliene!??
    Ad esempio, io mica sono riuscita a leggere o vedere o udire niente circa la persecuzione a Carlo Ruta, storico, persegiutato in 9 processi di cui è stato assolto e infine, nell’ultimo condannato al carcere!? Ma oltre ai giudici e magistrati ignari di cotanta persecuzione ingiusta, coronata da una ingiusta condanna strappata a mio parere, vilmente_ dico, non c’è nesuno che vigila e pone fine a tali e tante discriminazioni che toccano sempre i DISEREDATI dallo Stato come DIMENTICATI?! Io capisco_ cioè non capisco, facciamo così! NON CAPISCO!! Su internet v’è una fitta rete antimafia, ma giornali e tv solo se capita di fare scena o se c’è chi vuole davvero sensibilizzare le autorità, ma poi? Dov’è lo Stato?
    Casablanca, ha un occhio di attenzione in più dallo Stato??
    O lo “Stato” dobbiamo reputarci in tutto e per tutto, su questi problemi sociali, noi popolo?
    Ci sono molti poracci che si danno una mano anche con sforzi sacrificati, per essere un popolo unito, solidale e responsabile… che fatica a non fare imbecillità quali indifferenze verso gli oppressi!!!
    Allora che si vuole: “patrizi a Nord e plebei a Sud”? …almeno finisce sta storia!! Il ricco e il povero_ zè!!
    Una puzza!!
    Purtroppo ci sono tanti ricchi che se ne fottono della ricchezza interiore del povero, tanti che usano indifferentemente discriminazioe e criminalità a proprio comodo e piacimento su e giù per l’Italia, purtroppo ci sono molti ignoranti che non leggono manco Casablanca!! DISINFORMATI!!!

    //////////////////////////////////
    NO! VERAMENTE… DEL CONTROPIEDE
    CHE OTTENGONO TUTTI QUELLI CHE
    SI SPAPPOLANO IL FEGATO
    A COMBATTERE LE MAFIE
    CON MEZZI SEMPLICI
    STIMABILI E POVERI,
    C’E’ NESSUNO CHE
    PONE FINE
    A QUESTO
    LURIDO
    SISTEMA?!!
    /////////////

    L’ABBIAMO CAPITO CHE LA MAFIA
    NON SOPPORTA CHE SI FACCIA INDIPENDENTE
    INFORMAZIONE CIRCA I CAZZI LORO,
    MA NOI CONTINUIAMO A FARCI I NOSTRI
    E GRIDIAMO SUI TETTI
    CON PROFONDO DISGUSTO:
    FANCULOOOOOOOOOOO!!

    Io m’abbono tutto l’anno a Casablanca!! Tiè_

    “dr. Jeckyll”

    __________________________________________
    “Ci sono stati uomini che passo dopo passo
    hanno lasciato un segno con coraggio e con impegno
    con dedizione contro un’istituzione organizzata
    cosa nostra… cosa vostra… cos’è vostro?
    è nostra… la libertà di dire
    che gli occhi sono fatti per guardare
    La bocca per parlare le orecchie ascoltano…”
    ///Grazie, Frabbrì!/// >PENSA< GRAZIE, RICCA'!!! ___________________________________________ L I B E R T A' D' I N F O R M A Z I O N E _NO LIMITS_

Comments are closed.