l’associazione volontari capitano ultimo si stringe attorno a graziella Proto

Giustizia, Mafia 1 Comment

download(05/06/2009) – L’associazione dei Volontari Capitano Ultimo si stringe attorno a Graziella Proto, che si è vista arrivare il pignoramento della casa per il fallimento della rivista “I Siciliani”, giornale fondato da Peppe Fava. Dopo l’omicidio del direttore, alcuni compagni hanno cercato di mandare avanti la rivista, in testa Graziella Proto, purtroppo con scarsi risultati. Mentre nelle commemorazioni ufficiali si parla del coraggio di questo giornalista e della sua rivista, sottobanco viene punita Graziella Proto, perchè ha osato tentare di continuare l’opera del suo direttore tenendone in vita la memoria tramite il suo giornale. Per noi è importante che i morti non vengano dimenticati, ma che si continui la loro lotta rimanendo al fianco di chi, in vita, porta avanti lo stesso ideale di giustizia, perchè, come diceva Falcone, “Si muore quando si è lasciati soli”, e noi non vogliamo essere complici di questo silenzio. In questo clima di promesse e campagne elettorali ci duole far notare come i riflettori si abbassano su questioni importanti come questa, e ci associamo alle parole dell’associazione Rita Atria quando afferma che “questo fallimento doveva essere condonato per dignità” e per rispetto verso chi per questo Stato ha perso la vita e verso chi ha tentato di onorarlo.