Censurati.it

Padroni di niente, servi di nessuno

Lettera aperta di Ultimo in risposta agli attacchi di Sonia Alfano

riceviamo e pubblichiamo:

La Giustizia di Sonia Alfano e la politica di Sonia Alfano sono esattamente quelle che condannarono a morte Gesù di Nazaret.

Reagire a questo terrorismo, a queste minacce parlamentari è difficile perché il suo insinuare il dubbio, il suo delegittimare persone e istituzioni è raffinato e condiviso da quei settori imprenditoriali e politici che della legittimazione di cosa nostra e della delegittimazione delle istituzioni e dei servitori dello stato hanno fatto un businnes economico e di prestigio in cui molti arraffano e trovano l’ unico motivo per esistere.

Se togliete queste argomentazioni ai corvi, di falconiana memoria, cosa rimane?

sarebbero finiti, mediaticamente e politicamente.

Che schifo. Ripugnano, lasciamoli insieme a Barabba e a Ponzio Pilato. In fondo sono dei semplici untori, spargitori di veleno , parassiti che non hanno vita propria. Finiranno da soli, nella loro avidità di potere e di notorietà. Certo la vicinanza di obiettivi con cosa nostra è impressionante e speriamo che non passi inosservata a quelli che combattono la mafia, ma soprattutto a quelli che devono votare. In fondo Sonia Alfano e Riina dicono la stessa cosa, assolvere la mafia e condannare le istituzioni. La Sicilia ed il popolo siciliano non meritano ne l’ uno né l’ altra.

ultimo

Commenti Facebook

One thought on “Lettera aperta di Ultimo in risposta agli attacchi di Sonia Alfano

Comments are closed.