Il grido di Ultimo

Sono state talmente tante le volte che Ultimo si è visto gettare fango addosso che una in più gli sarà sfuggita. Ma gli capita di leggere un articolo, uno tra i tanti, scritto su di lui,  e ha letto quello che abbiamo letto anche noi: intimidazione e manipolazione dei fatti, per mero nepotismo e piaggeria.

E così, stanco di doversi giustificare sempre, questa volta attacca, e lo fa duramente tramite il suo blog che cura personalmente. E lo fa a modo suo, parlando a nome del popolo e della Costituzione Italiana. Questo parlare a suo nome, mettendoci la faccia, incita anche il giornalista dell’articolo incriminato a chiedere all’Arma tramite la il quotidiano (sovvenzionato da tutti i governi a turno) di prendere provvedimenti a riguardo. Come dire “L’Arma è pulita, è Ultimo che va punito, prendetevela con lui”

 

Fratelli combattenti, fratelli dalle luci blu. Nel nome del popolo e della Costituzione abbiamo sempre combattuto il razzismo, il pregiudizio, e la discriminazione, perchè sono alla base dei genocidi, delle dittature, delle violenze.
Purtroppo non ci eravamo accorti di averli vicinissimi, nelle istituzioni, nei partiti, nelle lobby trasversali che manipolano le banche e affamano il Popolo.”

Secondo voi lettori, chi ha manipolato banche e ridotto l’Italia ad un paese con altissimo tasso di suicidi per le cartelle esattoriali esagerate se non a volte immotivate? Un carabiniere straccione o forse qualcosa di più sottile? Noi pensiamo a menti raffinatissime, come diceva un giudice troppo spesso menzionato e troppo poco imitato.

Segue:

“Leggiamo cose incredibili attribuite al senatore Michele Anzaldi, uomo di spicco del partito di governo, uomo di grande responsabilità. Leggiamo su il Giorno del 1 novembre 2017 a firma di Ettore Maria Colombo:
Renzi da Obama col principe Harry. Ma dall’Italia arrivano altri veleni. Consip, una struttura parallela dei servizi segreti lo avrebbe intercettato.” “..il PD – mette a verbale Anzaldi– vuol sapere se è vero che è esistita una centrale di ascolto, non si capisce quanto legale, coinvolta nei casi Cpl Concordia e Consip; se è vero che ora tale centrale è smantellata in tutta fretta; se questa centrale fosse alle dipendenze del Capitano Ultimo e della sua squadra, dato il suo coinvolgimento in quei casi. Non è accettabile che resti il sospetto di manovre di apparati dello Stato contro l’allora Premier Renzi“.

Se è vero quello che leggiamo, Onorevole Anzaldi, dacci qualche risposta, per favore dacci una risposta al pregiudizio, che ti ha spinto a presentare una interpellanza parlamentare (che per noi è una diffamazione a mezzo Parlamento) contro il capitano ultimo e la sua squadra, paventando ascolti clandestini e servizi deviati che non hanno proprio senso se non nella manipolazione, nella strumentalizzazione partitica, oppure dacci i nomi dei cortigiani che alimentano e manipolano il tuo pregiudizio e le tue calunnie, spiega ai nostri figli perchè ci offendi, perchè ci pugnali alle spalle con le tue interpellanze intimidatorie, con le tue insinuazioni calunniose. A quale squadra ti riferivi senatore illustre, a quei 20 carabinieri che avete disperso e umiliato come animali nel silenzio assordante di tutti gli abitanti del palazzo grigio?”

 

E si, perché molti non sanno che tutte le persone che lavorano (anzi, lavoravano) per e con Ultimo, sono state punite, ricollocate in posti del tutto “inoffensivi”, chi a mettere timbri alle scartoffie, chi alza e abbassa le sbarre per i varchi di sicurezza, uno lontano dall’altro per non farli interagire tra loro. Perchè SATANA DIVIDE CIO’ CHE DIO UNISCE. Onesti servitori (non servi, parola comune tra politici che hanno bisogno di inventare false notizie per una manciata di voti in più), costretti a vedere lesa la dignità di carabiniere vedendosi negare mansioni di attività giudiziaria, unica colpa essere FEDELI a Ultimo. Se questo modus operandi doveva servire ad inasprire gli animi di questi coraggiosi combattenti, è  una tecnica che non ha funzionato, perché quando si è nel giusto non si ha paura di nulla. Perchè la fedeltà e la verità, non si comprano.

Ma continuiamo a leggere le parole di Ultimo:

Calpestando ogni dirittto, ogni norma, ogni regolamento. La rappresaglia, la decimazione, il “coraggio” del boia fanno sorridere il Popolo, illustre senatore il Popolo non è solo voti da comprare, il Popolo lotta e soffre e sa distinguere i carnefici dalle vittime.
Senatore Michele Anzaldi ma come ti permetti di immaginare che pochi carabinieri straccioni, pochi carabinieri figli del popolo , per quattro soldi, possano creare centrali clandestine di ascolto contro il Premier qualunque sia il suo nome.

E qui ci sentiamo quasi in diritto di replicare a Ultimo: Pensiamo che l’onorevole (chiamiamolo così) si è permesso di agire in questo modo perchè questo è l’unico modo che conoscono in quel mondo per annientare il nemico. Dossieraggio, dichiarazioni di presunti segreti tenuti nel cassetto per poi usare il tutto durante le campagne elettorali. Per questo stesso motivo dissero che Falcone nascondeva segreti inenarrabili che voleva far rimanere nascosti. Perchè questi sono i loro metodi, questo è il modo di operare di chi ha la coscienza nera, sporca ed avariata.

Ma cosa cazzo avremmo dovuto ascoltare di nascosto, illustre politico, ma cosa cazzo avremmo dovuto nascondere rispetto a quello che accade alla luce del sole, alle violenze che vengono esercitate ogni giorno alla luce del sole contro la povera gente? Illustre onorevole spiegalo ai nostri figli, ai nostri fratelli, alla povera gente. Trovi il tempo per fare interpellanze contro di noi e non vedi la miseria, la povertà che avanzano nelle periferie, nelle case delle famiglie abbandonate e ingannate, la disperazione di quelli che sono senza casa e senza lavoro.
Vergognati senza fine, te e le lobby trasversali che manipolano le banche e affamano il Popolo. Noi siamo sempre qua a disposizione tua e del Popolo senza poter fare interpellanze, senza avere vie di uscita alla miseria, alla disperazione, alle rappresaglie razziste di quelli che dovrebbero tutelarci. Non ti vogliamo offendere, perché non ti conosciamo, ma stai sereno, insieme ai tuoi amici potenti, il capitano Ultimo e la sua Squadra,
non vogliono voti, non vogliono potere, non vogliono niente.
Il Popolo vi saprà giudicare, il Popolo vi ha già giudicato.

E qui, lettori, ci sarebbe da alzarzi in piedi e da fare un applauso. Perchè Ultimo ha ridato al Popolo il potere in mano.  Ricordandoci quindi che il prossimo 4 marzo, chi inventa notizie su un gruppo di uomini disperati in cerca di giustizia, farà di tutto per ingannare l’italia, gli italiani, i lavoratori (pochi, ormai), le casalinghe, i senzatetto, i disoccupati più disperati, la gioventù che non ha quasi più un futuro. Questa politica (non LA politica) e le lobby di potere che la pilotano,  ha sulla coscienza la disperazione, l’inganno, i soprusi, gli scambi di favori per ottenere sempre più voti, più potere, più denaro. E il colpevole è Ultimo. Colpevole di avere il rispetto dei mendicanti, degli affamati, dei diseredati, di chi ha perso il lavoro per lo Stato assente quando non deve e presente dove non deve.

Il popolo siamo noi. E abbiamo già giudicato

Affidereste il vostro futuro a chi cerca di offuscare la verità usando menzogna sistematica, usando diffamazione e calunnia, e che per  paura di perdere privilegi non esita a distruggere vite umane?

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Censurati, fai una donazione!

About the Author

violinista per hobby, giornalista per dovere civico e morale, casalinga per lavoro, contadina del web e "colpevole" di questo sito antonella@censurati.it