Censurati.it

Padroni di niente, servi di nessuno

fascismo e apertura mentale

di Aquila Nera –

Grazie Antonella,

Per aver capito e cercato di far comprendere il significato ed il senso del nostro appello.
Credici: noi, non vogliamo assolutamente “convertire”, ne’ “omologare” nessuno. Tanto meno svolgere una battaglia settaria che porti esclusivamente l’acqua al nostro mulino.
Al contrario, svestendoci umilmente e volontariamente delle nostre peculiarita’ o sensibilita’ politiche (che possono essere condivise o meno), cerchiamo semplicemente di attirare l’attenzione dei nostri compatrioti (senza distinzione di sesso, di razza, di religione o di opinione politica o culturale), sulla drammatica e, fino ad ora, insoluta realta’ del nostro tempo.

Che senso ha, infatti, dichiararsi fascisti, comunisti, anarchici, liberali o democristiani, oppure rivoluzionari o conservatori, quando – volenti o nolenti – siamo tutti prigionieri del medesimo occupante statunitense?

Lo capiscono o no coloro che – sul Tuo Forum – pur coesistendo all’interno della nostra medesima “gabbia”, preferiscono vomitare odio e risentimento contro di noi, piuttosto che coalizzare le loro forze (autonomamente o di concerto) con le nostre, per poter uscire dalla suddetta “galera” e poter recuperare, tutti insieme, oltre all’indipendenza ed alla sovranit� del nostro paese, il diritto di essere, di esistere e di agire come meglio l’intenderemo il giorno della nostra individuale e collettiva liberta’ ritrovata?

Per darTi modo di far capire ancora meglio ai membri ed ai visitatori del tuo Sito cio’ che stiamo modestamente cercando di spiegare loro, ci permettiamo di inviarti – in allegato – due articoli firmati da un certo Mariantoni (spesso considerato “camerata” dai comunisti e “compagno” da noi), che ultimamente abbiamo trovato sul web e che ci hanno particolarmente e profondamente colpito. Facendoci definitivamente “aprire gli occhi”.

Il primo: e’ intitolato, “CHI COMANDA IN ITALIA”? Con annessa la lista delle centinaia di basi USA che costellano l’Italia, l’Europa ed il bacino Mediterraneo.
Il secondo: intitolato, “Basta con la guerra che non c’e’ piu'”!
Dopo averli letti, spero che molti frequentatori del Tuo Sito, modifichino sensibilmente le loro precedenti opinioni ed accettino intelligentemente di reintegrare il Sito che hanno assurdamente ed irrazionalmente abbandonato.
RingraziandoTi anticipatamente per l’ospitalita’ che vorrai concedere ai nostri commenti, Ti salutiamo cordialmente e fraternamente.

Aquila Nera

Commenti Facebook

20 thoughts on “fascismo e apertura mentale

  1. fuego latino
    Guarda che è parlando che si risolvono le divergenze, e da sempre lo stato e la chiesa hanno e continueranno a controllare i popoli, la verità è che in Italia purtroppo la guerra civile tra fascisti e partigiani non è ancora finita, vecchi rancori si usano come pretesti ma alla fine violenza e odio generano solo odio e violenza.
    Incominciamo a cambiare pacificamente, prima noi stessi e difendiamo ciò in cui crediamo.
    Il Mahatma Ghandi ha portato l’India all’indipendenza semplicemente con la
    non-collaborazione e la non-violenza, mille rivoluzioni non avrebbero raggiunto tale scopo..io dico incominciamo a vivere in maniera più sana, più semplice, più in armonia con noi stessi e questo si rispecchierà anche nella società.

  2. quando tornerà attiva la sezione download metterò on line gli allegati di cui parla il protagonista della email.
    hasta siempre
    serpico

  3. Per poter essere vinte le battaglie devono essere fatte sulle questioni, al di la’ di qualsiasi divisione ideologica. In definitiva convergere dove si puo’ convergere e divergere dove si deve divergere.

  4. Credo che il termine “strategia” sia l’unico applicabile nel quadro della globale espansione statunitense.
    La nostra di strategia dovrebbe considerare che gli USA rappresentano per il momento il male minore e che l’alternativa sarebbe il soffocamento di una civilta’ da parte di una entita’ religiosa

  5. Credo che il termine “strategia” sia l’unico applicabile nel quadro della globale espansione statunitense.
    La nostra di strategia dovrebbe considerare che gli USA rappresentano per il momento il male minore e che l’alternativa sarebbe il soffocamento di una civilta’ da parte di una entita’ religiosa

  6. Credo che il termine “strategia” sia l’unico applicabile nel quadro della globale espansione statunitense.
    La nostra di strategia dovrebbe considerare che gli USA rappresentano per il momento il male minore e che l’alternativa sarebbe il soffocamento di una civilta’ da parte di una entita’ religiosa,etnica ed economica ostile all’occidente.L’Islamismo e’ un padrone duro che non dovremmo sottovalutare,cosi’ come non dovremmo sottovalutare la volonta’ di controllo planetario nordamericano.
    Il concetto di Europa fortezza,deve riprendere forza sia a livello ideale che economico che militare.Non credo che esistano alternative alle allucinazioni religiose medio orientali e alla arroganza statunitense.
    Detto questo,resta il fatto che militarmente gli USA sono realmente gli unici a potere esercitare una reazione credibile alle pressioni da Oriente che non credo possano essere contestate.
    Strategia quindi. Appoggio antiterroristico agli USA e forse anche cooperazione bellica ben ponderata.Autosufficienza economica Europea e velocemente una forza militare autonoma unificata.Rifiuto di essere fagocitati dalla “American way of life” ed eventualmente una forte resistenza in questo senso.Mantenimento non negoziabile delle identita’religiose e culturali Europee nel cauto rispetto di “Contributi” esterni.
    In alternativa cos’altro? Antiamericanismo di piazza senza nessuna considerazione della nostre obbiettive capacita’ difensive e di indipendenza economica?
    Non mi pare che quest’ultima opzione possa avere qualche valore storico o puramente pratico.

    Claudio

  7. Basta andare ad una edicola per capire che i nostri figli sono educati dalla Walt disney. Basta accendere la televisione per accorgerci che tutta la spazzatura americana (film, filmetti e filmacci) di infima categoria viene rifilata a noi (buoni selvaggi del terzo mondo). Potremmo continuare. Poi andiamo a manifestare contro gli USA che tentano di esportare la Walt disney, i loro filmacci beceri e il resto della loro spazzatura anche in Iraq. Perché non incominciare da casa nostra?

  8. Parole sante le tue Aquila Nera, ma attenzione prima si sistemano le situazioni interne e poi si volge lo sguardo all’ esterno.
    Io come te auspico un unita’ ma non di “fascisti” e “comunisti” bensi’ di menti pensanti tutto li.
    Non e’ vero che tutto e’ relativo non sempre.A volte (spesso) cio’ che e’ giusto e’ palese anche se forse poco gradevole.Ed e’ per questo che credo che tutte le menti pensanti possano convergere verso una visione
    comune e applicarla. Ma dato che, secondo me, di menti pensanti vi e’ grande penuria ritengo che dopo l’ unita il primo obbiettivo non sia “dichiarare guerra” agli States, ma porre le basi per la liberazione delle menti di altri cittadini, e questa e’ una lotta tutta italiana!
    ciao.
    Tiziano

  9. che stai volando troppo verso est ! Gli americani sono amici, ricordati uno fra tutti il Piano Marshall. Ci hanno salvato dal despotismo sovietico e dallo strapotere comunista. Vorrei argomentare ma ho tre collaboratori che mi parlano di lavoro e in più scrivo a te. Sono il Camerata Paride, ed ho già espresso le mie idee su questo blog. Non siamo schiavi degli americani ! Noi siamo schiavi dell’Islam , del neocomuniasmo e dell’assistenzialismo smidollato dei merdaioli. Sono un camerata da più di quarant’anni : DUBITO DELLA PATERNITA’ DEL POST ! NON CREDO CHE UN CAMERATA POSSA ESPRIMERSI IN QUESTI MTERMINI SULLA QUESTIONE. SOTTO SOTTO C’E’ LA ZAMPA COMUNISTA. Camerati ! Censurati ci ha censurati non appena abbiamo avviato il ns. dibattito sulla mafia in un precedente capitolo. Questo è grave ! Promettono la libertà di opinione ma vogliono solo le opinioni rosse ! Grave, gravissimo ! Come sempre dimostrano di essere dei codardi ! Camerati : a noi!

  10. Sono pienamente d’accordo con te, per quanto riguarda l’abbattimento di categorie mentali quali “comunismo” e fascismo”.

    Come però ha commentato qualcun’altro, di menti pensanti c’è grande penuria, lo dimostra l’intervento di Paride il “comerade”: c’è chi senza i suoi pregiudizi non riesce a vivere, perchè sono il sostegno della sua stessa esistenza… E non riuscirai a dialogare con persone del genere, anche se la pensano come te non avranno mai il coraggio di ammetterlo, si sentirebbero smarriti, sperduti, senza appoggio…

    E ti diranno che sei un comunista (cosa ti tocca sentirti dire, vero?), come ti ha detto Paride, o fascista, come ti avranno detto altri, ma senza entrare nel merito delle tue affermazioni, se non in maniera superficiale e riduttiva….

    “gettiamo il cuore oltre l’ostacolo”

    Sergio R.c.P.

  11. aquila nera mi sembri un pettirosso a sentir quel che dici. Sei così sicuro di quello che scrivi? O sei un comunista?

  12. Carissimo camerata, purtroppo, nonostante tu abbia cercato di far capire (anche se in maniera riduttiva) le nostre lotte , non riuscirai mai a farti comprendere dalla gente ignorante! chi sono gli ignoranti?? non sono di sicuro gli analfabeti, ma la gente che si ostina a non capire!
    “ONORE A CHI LOTTA”
    RIVOLUZIONE!

    Saluti romani!

    leleildux

  13. condivido pienamente quanto hai scritto nel tuo post……da quanche parte in questo forum dicevo proprio che siamo nel bel mezzo della rivoluzione neoliberista, e che se non si fa fronte comune finiremo per prendercelo tutti nel culo.

    qualche mese fa lanciai un’appello speculare al tuo: chiesi se c’era, a destra, chi condividesse queste idee e fosse disposto a mettere da parte l’anticomunismo per combattere quelle forze straniere che vogliono snaturare il nostro modo di vivere, di pensare, e di lavorare, e che vogliono comprarsi le nostre aziende, i nostri beni culturali, le nostre spiagge e le nostre montagne.

    putroppo non un concetto semplice da spiegare a chi è imprigionate in logiche ormai (e purtroppo) vecchie di cinquant’anni.

    ci sono persone che continuano a tenersi barriere mentali, tanto a dx quanto a sx, e ci sono persone che cercano di far capire loro che il mondo è definitivamente cambiato, e che oggi come oggi “estrema” destra èd “estrema” sinistra siano in realtà più affini e più vicine di quanto non lo siano prodi e d’alema o fini e berlusconi.

    questi ultimi sono i più coraggiosi (chiaramente non mi riferisco a d’alema e fini), a parlare col “nemico” si rischia di venir isolati dai propri (alcuni post sottostanti sono abbastanza chiari in proposito).

    comunque, non disperare, e non disperiamoci, negli ultimi anni ci sono stati cambiamenti che poco tempo prima erano impensabili, forse si riuscirà a cambiare pure questo.

    da parte mia hai tutto il mio appoggio

    doc

  14. sIETE BRAVI A DIRE IGNORANTI DI QUA E IGNORANTI DI LA!!uN PO’ DI COMPRENSIONE !!.pENSO CHE OGNUNO ABBIA LE SUE IDEE E UNA PERSONA CHE HA A CHE FARE CON I COMUNISTI O COMPAGNI (CHE DI SOLITO AGGREDISCONO I COMUNI MORTALI FACENDO LORO IL LAVAGGIO DEL CERVELLO E ELEVANDO LA PROPRIA INTELLIGENZA ) DEBBA EVITARLI E DEFINIRLI IGNORANTI MANGIABAMBINI E TUTTO CIO’ CHE POSSA DISPREZZARLO PERCHè SE LO MERITA!!!!!!!!!!

  15. Tutto quello che condividete a riguardo è motivo per certe persone di crederci fino in fondo, poi, però resta delusa perchè il tutto va risultando una mera CHIACCHIERATA!!

    Vi consiglio vivamente di dare un’occhiata a cosa sta succendendo nel forum “personale” sull’argomento “pena di morte”, del medesimo sito.

    Qualcuno ha svelato un “top secret” quando già si parlava di uno Stato che soffoca le lotte e pare che rischia grosso un intera famiglia, perchè gli altri ammutoliscono e se ne stanno a guardare!

    Lo Stato è ancora in ogni modo razzista, fascista, nazista, globalista…
    La gente comune non nè può più dell’attuale mafia…
    Quella testimonianza può essere il punto di partenza!(???????)
    Mi raccomando (!!!!!!?), spargete la voce e fatene un gran parlare nei vostri “circoli”: datevi da fare!
    Risin’

  16. Cavolo Paride, non me la aspettavo questa da te!
    Permettimi di raccontarti qualcosa degli “amici” Americani…
    Noi giusto o sabagliato combattevamo una guerra contro di loro nel 43 quando LORO ci INVASERO ci bombardarono e lasciarono che i tedeschi ci trucidassero dopo quel tristissimo e maledetto 8 di Settembre, mentre negli accordi per IL NOSTRO TRADIMENTO (perche’ di questo e non di altro si e’ trattato) si prevedeva che loro sarebbero subito intervenuti contro i tedeschi con tutta la loro potenza..inseme a cio’ che restava del nostro esercito, invece dopo l’ 8 di Settembre fermarono le operazioni militari in Italia giusto per permettere all’ esercito tedesco di annientare 180.000 giovani soldati Italiani traditi e abbandonati da tutti!Ed anche in seguito videro molto di occhio cattivo l’impiego di reparti italiani, non volevano che potessimo prenderci qualche merito della “liberazione” della nostra nazione.
    Il piano Marshall dici? Ci hanno comprato! Siamo una nazione a sovranita’ limitata…siamo nulla…siamo merda!
    Gli ameriacani il minor dei mali si forse, gli americani amici? Oggi che siamo uno stato zerbino forse…per reciproca convenienza, ma domani?
    Comunque ieri non di certo.

    Il mio “resoconto storico” e’ stato necessariamente breve ma se volte possiamo approfondire, colgo l’ occasione per ricordare tutti TUTTI quei magnifici ragazzi che durante TUTTE le guerre, dichiarate o meno, hanno dato la vita nel loro tentativo di creare un mondo migliore, qualsiasi fosse la loro idea.

  17. il fascismo in Italia lo abbiam conosciuto… e conosciam con quali conseguenze. Se la nostra bella penisola e’ invasa dagli amer… e’ grazie a colui che invento’ il partito.. neanche e’ degno di essere ricordato….. ed a i giorni nostri un’altro doce, con la O non per errore, dice di esser il liberatore dell’Italia… e poi va a fare le colazioni nella casa bianca…. Fini cos’e’? cio’ che non si riesce a capire… carne o pesce? o pan bagnato?………..

  18. Non ho mai creduto alle contraposizioni ideologiche esistono programmi politici che vengono sostenuti ugualmente dai partiti di diversa estrazione al punto che la distinzione tra destra e sinistra appare solo simbolica su questo punto possiamo essere d’accordo ma non è possibile negare che il fascismo è stata solo fonte di rovina nella stessa maniera del comunismo in U.R.S.S. come non è possibile riabilitare figure come Stalin non si riabilitano di certo figure di Mussolini reo di inettitudine nei confronti di una nazione.
    La storia non è fatta per i deboli e i sconfitti.

Comments are closed.