Censurati.it

Padroni di niente, servi di nessuno

l’informazione tradita

Di Ultimo

L’aggressione unilaterale promossa da settori della stampa deviata ed al servizio del padrone di turno, meritano una risposta.

Le aristocrazie servili continuano l’attacco a chi combatte la mafia.

Il problema è capire chi arma la penna dei nuovi killer di giustizia. Chi arma le offese dei raffinati buoni maestri che insinuano, espongono alla vendetta mafiosa semplici soldati del popolo, carabinieri straccioni che non hanno nessuno alle spalle se non il loro amore per il popolo e per la giustizia. Chi arma la penna mozza di Attilio Bolzoni? Di Saverio Lodato? Di Rita Pennarola? Quali lobby sostengono questa campagna diffamatoria e denigratoria contro gente semplice che non si nasconde nella divisa? Perchè vogliono isolare chi è un bersaglio della mafia?

L’ esibizionismo cortigiano del PM Antonio Ingroia e di Marco Travaglio, subordinato prediletto del barone Michele Santoro, cosa nascondono? Cosa hanno alle spalle? La mafia? La massoneria? I servizi deviati? O è semplice invidia personale? E chi si nasconde dietro la Voce della Campania? Come viene finanziato quel giornale? Da chi ottiene finanziamenti? Chi paga Rita Pennarola? Quanto dichiara di reddito Rita Pennarola? Questi eroi dell’antimafia dei salotti possono non sapere che isolare il Capitano Ultimo significa offrirlo alla mafia? E tutto questo non è killeraggio mediatico?

Non ci sono risposte
Solo insinuazioni e offese

Non c’è onore nella vostra aggressione. Parlate bene, scrivete bene, parole velenose e alle spalle, eppure in tanti anni non vi ho mai incontrato nelle strade di corleone o di Bagheria a combattere la mafia e i mafiosi, a rischiare la pelle dove si muore per niente.
Ultimo

“Tradire Gesu’ non ha costituito reato, state tranquilli rimarrete impuniti, il potere è con voi. Voi siete gli splendidi nani del potere che opprime. Noi solo i sogni ribelli”.

Commenti Facebook

One thought on “l’informazione tradita

Comments are closed.